Papa Francesco vola in Brasile per la G.M.G. 2013: “Andate e fate discepoli tutti i popoli”

Papa Francesco vola in Brasile per  la G.M.G. 2013: “Andate e fate discepoli tutti i popoli”

partenza-papaQuesta mattina alle ore  8,53, dall’aeroporto Leonardo da Vinci di Roma Fiumicino è decollato l’Airbus 300 di Alitalia , dando inizio così al primo viaggio internazionale di Papa Francesco, che raggiungerà Rio de Janeiro, dove dal 23 al 28 luglio, incontrerà i giovani di tutto il mondo per la Giornata Mondiale della Gioventù, il cui tema quest’anno è “Andate e fate discepoli tutti i popoli“.
L’arrivo di Francesco all’Aeroporto Internazionale “Galeao Antonio Carlos Jobim” di Rio è previsto per le 16 locali, le 21 italiane.
Il  Papa prima di lasciare l’Italia ha scritto al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, un telegramma di saluto dicendogli: “Nel momento in cui mi accingo a partire per il Brasile, in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù, per incontrare i giovani provenienti da tutto il mondo e incoraggiarli ad essere testimoni di speranza e artefici di pace, mi è gradito rivolgere a lei signor presidente e a tutti gli italiani il mio cordiale saluto, che accompagno con i più fervidi auspici di serenità e di fiducia nel futuro
A salutare il Papa Francesco questa mattina erano in tanti all’aeroporto romano, tra gli altri, il presidente del Consiglio Enrico Letta, che lo ha accompagnato nel breve tragitto tra l’elicottero e l’Airbus, dove saliva la scaletta tenendo nella mano sinistra una vecchia borsa di pelle nera, probabilmente la stessa con cui ha viaggiato da cardinale quando ha raggiunto Roma per il conclave.papa con borsa nera
Anche il presidente Napolitano ha inviato un messaggio al Papa in risposta al suo saluto e così gli ha scritto:“Santità, desidero farle pervenire il mio più sincero ringraziamento per il saluto che ha voluto indirizzare a me e all’Italia nel momento in cui si accinge a partire per il viaggio apostolico in Brasile per le celebrazioni della Giornata Mondiale della Gioventù. In un periodo di fragilità culturale e materiale per tanti giovani, grande è l’attesa per un messaggio di coraggio e di speranza. La Giornata Mondiale della Gioventù costituisce, per ragazzi e ragazze provenienti da ogni parte del mondo, l’occasione di confrontarsi per progredire attraverso il dialogo fra culture e tradizioni diverse…
Molto intenso si annuncia il programma che attende il Papa in Brasile, dove il suo primo impegno, dopo la cerimonia di benvenuto ed il saluto delle Autorità, sarà quello di far visita al presidente della Repubblica nel Palazzo Guanabara a Rio de Janeiro.
Dopo l’incontro il Papa, dalla sera di lunedì e per tutto il giorno successivo, soggiornerà in forma privata nella residenza di Sumaré a Rio de Janeiro.
Mercoledì 24 luglio raggiungerà il Santuario di Nostra Signora della Concezione di Aparecida, in cui alle 10,30  celebrerà la messa.
Decine gli impegni del Papa, tra cui l’incontro con i vescovi del Brasile, la benedizione delle bandiere olimpiche nel Palazzo della Città a Rio de Janeiro, poi giovedì 25 luglio alle 18.00 festa di accoglienza dei giovani sul lungomare di Copacabana a Rio, dove terrà il suo primo discorso.
Il 26 luglio alle 11, 30 incontrerà alcuni giovani detenuti nel palazzo arcivescovile St. Joaquim e poi il  pranzo con i giovani nel salone rotondo del palazzo arcivescovile. Sempre venerdì alle 18 presiederà la  Via crucis con i giovani sul Lungomare di Copacabana a Rio de Janeiro, in cui pronuncerà un  altro discorso.
Sabato 27 luglio, tra i vari impegni della giornata, alle 19.30 presiederà la veglia di preghiera con i giovani nel Campus Fidei a Guaratiba.
Infine domenica 28 luglio alle 10 il Papa celebra la messa nel Campus Fidei a Guaratiba, con il suo discorso finale alla G.M.G. Alle 16.40 si congederà dalla sua residenza di Sumaré a Rio, incontrando subito dopo i volontari della G.M.G. nel Padiglione 5 di Rio Centro a Rio de Janeiro per un discorso rivolto specificatamente a loro. Alle 18.30 poi la cerimonia di congedo all’aeroporto Internazionale Galeão/Antonio Carlos Jobim di Rio de Janeiro da dove partirà alle 19 partenza per Roma, con arrivo previsto per lunedì 29 luglio alle ore11 all’aeroporto di Ciampino.

Sebastiano Di Mauro
22 luglio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook