Murdoch chiede scusa dopo lo scandalo “News Of The World”

di Francesco Coppola

Dopo lo scandalo sulle intercettazioni illegali che aveva colpito il “News of the World” nelle scorse settimane e che aveva costretto il tycoon australiano Rupert Murdoch a farne cessare l’attività editoriale, sono arrivate le scuse ufficiali; sui maggiori quotidiani inglesi è infatti apparsa nella giornata di oggi una pagina completamente bianca se non per una decina di righe in cui Murdoch in persona chiede perdono per la situazione incresciosa che ha visto coinvolto il giornale di cui era proprietario.

Il messaggio è chiaro fin dall’inizio: “Ci scusiamo per i gravi torti commessi. Mi rendo conto che le semplici scuse non sono sufficienti. La nostra attività era fondata sull’idea che una stampa libera e aperta debba essere una forza positiva nella società. Ma dobbiamo esserne all’altezza”. Poi in chiusura fa una promessa: “Nei giorni a venire, man mano che compiremo passi concreti per risolvere questi problemi e porre rimedio ai danni che hanno arrecato, sentirete ancora parlare di noi. In fede, Rupert Murdoch”. Il potente uomo d’affari tenta così di mettere una pezza al vertiginoso calo d’immagine che ha colpito le sue ricche imprese editoriali e televisive. Intanto però, i dipendenti che lavoravano e continuano a lavorare per Murdoch, sebbene in altre testate, e che non avevano mai approvato il sistema delle intercettazioni illegali e delle notizie inventate, stanno pensando di avviare un’azione legale contro il magnate australiano.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook