Hanami | Come d’incanto la meraviglia appare

Hanami | Come d’incanto la meraviglia appare
(livejapan.com)

Letteratura, cinematografia e manga sono solo alcune delle forme d’arte più intrise di suggestioni legate all’Hanami.
Hanami (letteralmente “guardare i fiori“) descrive in una sola parola la tradizionale usanza nipponica di vivere a 360 gradi l’esplosione in fiore dei sakura, i ciliegi.

Questa millenaria tradizione spinge ogni anno milioni di giapponesi a lasciare le città verso le località più famose dell’Isola.
Da inizio aprile a metà maggio ci si perde alla vista dei sakura, rilassandosi con un picnic sul telo (solitamente di colore azzurro) steso all’ombra degli alberi.
In occasione della festa vengono preparati cibi che è possibile gustare solo in questo periodo e che richiamano nel sapore la fragranza dei fiori bianchi o rosa.

Anche di notte lo spettacolo è incredibile. I ciliegi sono illuminati appositamente con luci che ne sanno esaltare al massimo la meraviglia della natura.
La delicatezza di questo fiore e la brevità della sua esistenza sono un simbolo di fragilità così come di rinascita.
Si riflette su se stessi e si rimette in ordine la lista delle priorità nella vita. Si piangono gli amori finiti e gli affetti perduti sapendo però che un giorno gli eventi ci porteranno ad inciampare su un essere dall’animo buono che porterà in un modo tutto suo, e speciale ai nostri occhi, nuova felicità alle nostre giornate.

L’Hanami in Italia è praticato principalmente nel Parco Lago dell’EUR. A partire dalla fine degli anni ’50 la “Passeggiata del Giappone” ospita romani e turisti tra lunghe camminate e picnic, spesso nella veste tradizionale del kimono giapponese.
In misura più dispersiva ma non meno incantevole possiamo trovare questi alberi spettacolari fuori (ma con un po’ di fortuna anche dentro) le nostre città.

In linea generale, la maggior parte delle cose può piacere o non piacere. Dipende dai gusti personali di ognuno di noi. Ma quando si tratta di alcuni aspetti della natura, oggettivamente, se si sa dove guardare non si può che rimanere folgorati da un tale splendore.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook