A MidsummerNight’sDream di William Shakespeare

di Raffaella Roversi

Uno spettacolo in lingua originale al teatro Parenti  di Milano che si conferma crocevia culturale
Tanta freschezza, tanti colori, musica e movimento sul palco del Parenti dal 14 al 17 giugno. E poi luci, incantesimi, amori, spiriti e fate. Ci sono tutti, ma proprio tutti gli ingredienti per incantare un pubblico di giovani, giovanissimi e meno giovani, ancora una volta estasiato dall’intreccio delle tre favole all’interno della storia immortale di William Shakespeare “Sogno di una notte di mezz’estate” in questa interpretazione della compagnia dell’ Hyperion Theatre Project  tra le più vitali della scena newyorkese.

E tre sono anche le tradizioni cui essa si rifà: quella dello stile naturalistico della recitazione, lasciata in America da Stanislavskji e Stella Adler, quella del linguaggio che è posto al centro della scena in pieno rispetto della tradizione britannica che fa capo alla Royal Shakespeare Company e, infine, quella dell’improvvisazione, un omaggio alla tradizione italiana della Commedia dell’Arte.

La giovane compagnia teatrale newyorkese è riuscita, con la regia di Michael R. Pauley ad aggiungerci anche altro : piccole gags, mimo e passi di danza dal sapore talvolta ancestrale.  Lo spettacolo è in lingua inglese. Con questa scelta di spettacoli in lingua originale, presenti anche nel cartellone della prossima stagione, il Parenti si conferma crocevia culturale, dimostrando che la cultura parla tutte le lingue o forse al contrario, una, unica, universale.

www.teatrofrancoparenti.it – Teatro Franco Parenti– Via Pier Lombardo, 14 Milano.

 

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook