Le nuove bambole Barbie rendono omaggio alle Inspiring Women

Le nuove bambole Barbie rendono omaggio alle Inspiring Women
Photo/Barbie

In occasione della Giornata internazionale della donna, il produttore di giocattoli Mattel ha presentato 17 nuove Barbie ispirate a donne che hanno avuto un impatto significativo sulla società, come ad esempio la pittrice messicana Frida Kahlo.

Barbie
Photo/Barbie

Le Barbie hanno rappresentato per le bambine e le ragazze le tendenze della bellezza e della moda da quasi 60 anni, ma sono state spesso criticate per la promozione di stereotipi negativi. Recentemente la Mattel ha deciso di cambiare le cose. Per capire meglio di cosa avesse bisogno la società attuale, ha intervistato 8.000 madri. Ha scoperto che l’86% di loro è preoccupato per il tipo di modelli a cui sono esposte le figlie, quindi l’azienda ha creato 17 bambole ispirate a donne reali e stimolanti.

“Le ragazze sono sempre state in grado di interpretare ruoli e carriere diverse con Barbie e siamo entusiasti di mettere in luce su modelli di ruolo reali, per ricordare loro che possono diventare quello che vogliono”, ha detto in un comunicato stampa la vicepresidente senior e direttore generale di Barbie, Lisa McKnight. “The Inspiring Women Serie” rende omaggio a incredibili eroine del loro tempo: donne coraggiose che si sono prese il rischio, hanno cambiato le regole e hanno spianato la strada a generazioni di ragazze per sognare più grandi che mai”.

Ogni bambola “Inspiring Women” porta con sé informazioni educative sul modo in cui ogni donna ha plasmato la società: Amelia Earhart, la prima donna a volare attraverso l’Oceano Atlantico, Frida Kahlo, acclamata artista e attivista messicana, così come Katherine Johnson, una pioniera della matematica che ha rotto le barriere di razza e genere. E la formazione è destinata a crescere.

Inoltre la Mattel ha presentato nuovi personaggi per suo programma Shero, che è iniziato nel 2015. L’iniziativa ha già onorato donne che fanno storia come Ibtihaj Muhammad, Misty Copeland, Ava DuVernay, stiliste, giornaliste, attrici e imprenditrici, che provengono da tanti i paesi come Stati Uniti, Australia, Regno Unito, Turchia, Francia, Cina, Germania, Messico, Polonia e Spagna. E ora si aggiungono anche la snowboarder olimpionica Chloe Kim, la chef di fama mondiale Hélène Darroze e altre.

E per l’Italia c’è Sara Gama, Capitano della Juventus Football Club Femminile e capitano della Nazionale italiana femminile, una ragazza laureata in Lingue e Letterature Straniere che si dichiara felice di “essere un esempio per le nuove generazioni nell’abbattere le barriere della società di cui lo sport a volte è specchio”. “Questo nuovo obiettivo mi spinge a dare sempre di più – spiega – Barbie accompagna da tempo l’infanzia delle bambine e mi piace che le ispiri a sperimentare i propri sogni attraverso il gioco”.

FdA

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook