Darwin Day 2018: presentata la prima traduzione in italiano del “Diario” originale del naturalista inglese, edita nel 1933

Darwin Day 2018: presentata la prima traduzione in italiano del “Diario” originale del naturalista inglese, edita nel 1933
Immagini tratte dal sito www.museodizoologia.it

Charles Robert Darwin (Shrewsbury 12 febbraio 1809 – Londra 19 aprile 1882) è stato un biologo, naturalista nonché illustratore britannico, celebre per aver formulato la teoria dell’evoluzione delle specie animali e vegetali per selezione naturale, e della loro diversificazione e moltiplicazione per discendenza da un antenato comune. Pubblicò la sua teoria nel 1859, nel libro L’origine delle specie, il suo lavoro più noto, fonte di accesi dibattiti: nel 2009, a duecento anni dalla nascita di Darwin, la Chiesa Anglicana decise di scusarsi in maniera ufficiale per non aver compreso la teoria dell’evoluzione.

Nipote dell’illuminista e filosofo anticlericale Erasmus Darwin, quinto dei sei figli di Robert Darwin, medico generico del paese con una positiva carriera professionale, e Susannah Wedgwood, ereditiera di una famiglia benestante di imprenditori; la famiglia di Charles era formata dal ramo paterno da liberali e non credenti e quello materno da cristiani unitariani favorevoli al progresso tecnologico e scientifico. Le famiglie dei Darwin e Wedgwood erano inoltre legate assieme dall’attivismo politico e dall’appoggio alle riforme sociali: abolizione della schiavitù, diritti e emancipazione delle donne, pari opportunità per donne e uomini in ambito scolastico e lavorativo, protezione degli artisti, filantropia e abbattimento dei privilegi di casta. Un ambiente quindi piuttosto stimolante che influenzò la sua formazione e il viaggio intorno al mondo sul Beagle, gli permise di raccogliere molti dei dati su cui basò la sua teoria, in particolare durante la sua sosta alle Isole Galàpagos.

In occasione dell’edizione 2018 del Darwin Day, la giornata in cui dal 2003 il “compleanno” del naturalista inglese viene celebrato anche in Italia con conferenze a tema, incontri e mostre, il Museo Civico di Zoologia di Roma ha presentato la prima edizione italiana del Diario di bordo di Charles Darwin, a cura di Guido Chiesura.

La prima traduzione in italiano del “Diario” originale di Darwin è basata sulla prima edizione inglese del 1933 curata dalla nipote Nora Barlow. The Beagle Diary 1831-1836”, diario quasi quotidiano scritto dal 24 ottobre 1831 al 7 novembre 1836, prima nel porto di Devonport in attesa della partenza, poi a bordo e a terra durante gli sbarchi, è il testo che per la sua immediatezza meglio si presta alla valutazione e al godimento delle avventure e delle riflessioni di Darwin.

Nel diario le tappe del viaggio a bordo del brigantino “Beagle”, ai comandi del Capitano FitzRoy, le esperienze e le impressioni vi sono registrate in ordine cronologico, a differenza del “Journal” (tradotto in italiano con il titolo “Viaggio di un naturalista intorno al mondo”, più volte edito in Italia) in cui Darwin racconta spesso le vicende con un criterio geografico o tematico.

FdA

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook