La strana storia del Teatro Duse di Asolo, rinato in Florida, diventa una mostra

La strana storia del Teatro Duse di Asolo, rinato in Florida, diventa una mostra

È stato inaugurato il 27 gennaio 2018 il progetto visivo Sarasota Dreaming, di Paolo Belletti e Ariel De Boni (Sotto//Forma) – Urbanautica Institute – Asolo.

Si tratta di una mostra a cavallo tra fotografia e disegno che racconta come, negli anni ’30, il Teatro Eleonora Duse di Asolo costruito nel castello di Cornaro (Treviso), fu venduto, smontato e ricostruito all’interno del Ringling Museum di Sarasota in Florida (Usa).

Le prime notizie documentate di un teatro ad Asolo risalgono al 1795, quando da una lettera degli Inquisitori di Stato al Podestà di Treviso si viene a sapere come “da vari anni senza alcun pubblico permesso sia stato eretto un teatro nella Sala del pubblico Palazzo Pretorio, in cui da prima si intrattenevano alcuni dilettanti del paese, in seguito si è introdotto di accordarlo a delle compagnie comiche di professione…”. Nel 1798 venne incaricato l’architetto Antonio Locatelli di costruire un teatro stabile presso la Sala del Castello. Il teatro fu inaugurato la sera del 20 novembre 1798.

Il teatro conobbe nella prima metà dell’800 una vasta fioritura di spettacoli di vario tipo (commedie, tragedie, concerti, drammi musicali) e, nonostante altri lavori di ristrutturazione, si rivelò insufficiente per il pubblico. Una società di palchettisti, costituita dalle più influenti famiglie di Asolo, che aveva acquistato per ultima il teatro, affidò nel 1855 all’ing. Martignago, ingegnere-architetto del Comune, la sua ristrutturazione che fu completata nel 1857.

Ne risultò un teatro di piccole dimensioni che comprendeva un palcoscenico e tre ordini di palchi in legno, arricchito con rilievi figurativi e pitture, con le carceri mandamentali sotto la platea. Sembra che in totale potesse contenere circa 180 persone, tuttavia, sebbene furono intrapresi ulteriori lavori di adeguamento, nel 1927 la Commissione locale di vigilanza sui luoghi di pubblico spettacolo dichiarò non agibile il teatro.

I palchettisti decisero di cederlo al Comune che successivamente lo fece demolire. Nel 1931 il teatro in legno venne smantellato e venduto all’antiquario Loewi di Venezia. L’antiquario Loewi, lo rivendette, nel 1949, allo Stato della Florida.

E infatti si trova tuttora presso il Ringling Museum di Sarasota (Florida – U.S.A.), creato dal mecenate americano appassionato del Barocco, John Nicholas Ringling.

Il primo direttore del Museo supervisionò l’acquisto negli anni 1955-56, e l’istallazione del Teatro all’interno di un edificio appositamente costruito fu completata nel 1957. Iniziò ad ospitare rappresentazioni, concerti, film, e altri eventi culturali. Infine, dopo un periodo di declino e di chiusura nei tardi anni ’90, il Teatro è tornato a nuova vita, con il direttore nominato nel 2001 che ne ha disposto il restauro e il trasferimento in un nuovo padiglione, disegnato da Yann Weymouth (anche capo architetto della Pyramide du Louvre).

Così, il rinato teatro Eleonora Duse ha dato il nome al Centro Teatrale della Città di Sarasota – Florida: “The Asolo Center for the Performing Arts“, oggi attivo all’interno del centro culturale e museale “Ringling”.

FdA

[Photo: The Ringling – Historic Asolo Theater]

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook