Io e la mia matita

Io e la mia matita

In un’epoca d’ influencer, dove l’apparenza e la finzione consegnano lo scettro della fama a chi non sembra avere particolari motivi per impugnarlo, c’è sempre più bisogno- fosse anche solo per principio- di portare allo scoperto quelle persone che, pur essendo consapevoli del proprio talento, non ne fanno ostentazione.

Mi sono imbattuto per caso nell’ultimo prodotto editoriale di Paola Lomuscio, disegnatrice pugliese, che con La ruota edizioni, ha portato alla luce “Io e la mia matita”. Un titolo semplice, ideato partendo dal più comune degli strumenti: una matita, per l’appunto. Una di quelle che abbiamo impugnato anche noi, mille volte nella vita e che ritroviamo stipata nei vecchi astucci insieme a penne scassate e gomme da cancellare usate chissà quanti anni fa.

Una matita semplice, ma unica nel suo genere, la Staedtler, con le sue inconfondibili righe gialle e nere. Ed è proprio la matita la protagonista principale di questo volume. Una matita che sa trasformarsi di volta in volta, illustrazione dopo illustrazione in qualcosa  di nuovo: il manico di una chitarra, il gambo di un fiore o addirittura una sigaretta stretta tra le labbra di Kurt Cobain.

Paola Lomuscio ha il potere di ricordare la potenza delle cose semplici che sanno diventare opere d’arte. Di un prodotto grezzo che sa diventare puro. Di un’anima che per dare il meglio di sé, ha bisogno di temp(e)rarsi di tanto in tanto.

Le sue creazioni in realtà non sono passate del tutto inosservate: Il suo ritratto di David Bowie è stato esposto per due edizioni (2015/2016 e 2016/2017) nella mostra/omaggio “Bowie BlackStardust” presso la galleria SpazioCima di Roma; mentre una stampa fotografica del suo ritratto di Bruce Springsteen fa parte della collezione permanente “The friends of Bruce Springsteen Special Collection” presso la Monmouth University del New Jersey; una collezione unica al mondo dedicata al cantautore (collezione ufficializzata dal cantautore stesso lo scorso gennaio). La stessa immagine si trova anche nell’antologia (e sul retro copertina) dedicata al cantante dal titolo Noi & Bruce ideata e realizzata da Paolo Pagnini. Il ritratto di Frank Sinatra, infine, è stato selezionato per una mostra collettiva sul cantante presso l’Ateneo Jaqués in Spagna.

“Io e la mia matita” raccoglie molti lavori della disegnatrice ed è un progetto originale e divertente, un libro che vale davvero la pena acquistare. Vi renderete conto, con i vostri occhi, di aver scoperto un nuovo talento, un talento vero.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook