Dentro Caravaggio: nell’ombra il principio drammatico della vita

Dentro Caravaggio: nell’ombra il principio drammatico della vita

Dentro Caravaggio, dal 29 settembre 2017 al 28 gennaio 2018 a Palazzo Reale, Milano, vuole raccontare da una prospettiva nuova, vita e opere del pittore lombardo, nato a Milano nel 1571 e morto a Porto Ercole nel 1610.

Due sono le fondamentali chiavi di lettura: le nuove ricerche documentarie che hanno portato a una rivisitazione della cronologia delle opere giovanili e le indagini diagnostiche finanziate dal Gruppo Bracco.

Si tratta di riflettografie e radiografie che penetrano in diversa misura sotto la superficie pittorica mostrando il procedimento creativo di Caravaggio, i suoi ripensamenti, rifacimenti, aggiustamenti nell’elaborazione della composizione.

In mostra, venti capolavori concessi in prestito da musei e collezioni italiane e straniere, esposti in ordine cronologico. L’allestimento consente al visitatore di cogliere l’evoluzione della tecnica del pittore lombardo.

Le prime opere giovanili (Riposo durante la fuga in Egitto, Buona Ventura, Ragazzo morso dal ramarro) rispecchiano il metodo tradizionale dei pittori a lui contemporanei: il disegno fatto sulla preparazione chiara cui si aggiungono per velature successive, le varie stesure di colore e le ombre.

Le opere successive, dal 1602 ca, mostrano la grande rivoluzione (San Giovan Battista, San Girolamo, Flagellazione di Cristo). Chiamato per dipingere due grandi tele per la cappella Contarelli in San Luigi dei Francesi, ed avendo poco tempo a disposizione per l’esecuzione, Caravaggio cambia infatti tecnica pittorica.

Sulla preparazione scura, su cui il sottile disegno tradizionale non sarebbe più stato visibile, imposta rapidamente la composizione con alcune incisioni, disegno a pennello e qualche pennellata di abbozzo. Poi dipinge solo le parti in luce o in penombra.

Nelle ultime opere, dopo la fuga da Roma per aver ucciso un uomo,  quasi come uno spettrale presagio, l’ombra domina la tela (Salomè, Martirio di Sant’Orsola).

Nella sua rivoluzione pittorica la luce non illumina più la tela nella sua interezza e in modo indistinto, ma solo parti della stessa, come se ci fosse un unico raggio di luce.

Ciò gli consente di non eseguire le figure nella loro interezza, ma solo le parti raggiunte della luce. Nelle parti in ombra delle figure e sul fondo dei dipinti non c’è pittura, ma solo preparazione scura, a volte velata. Cosi velocizza l’esecuzione.

Dentro Caravaggio, aldilà dei tecnicismi molto ben spiegati, offre la grande emozione di vedere questi capolavori rivoluzionari per i codici pittorici dell’epoca.

In essi si avverte il suo bisogno di verità, il suo urlo di rottura col manierismo. I suoi personaggi ripresi dalla strada, sono infatti uomini e donne veri, amici e prostitute, con i loro difetti, senza alcuna idealizzazione; hanno piedi sporchi, gambe nude, posizioni talvolta lascive, espressioni quasi teatrali per la luce.

Ammirandoli, si intuisce la sua vita angosciosa e tormentata, che finisce nel buio, come inghiottita dalle ombre dei suoi ultimi dipinti. Quasi che l’ombra custodisca il principio drammatico della vita.

Dentro Caravaggio è promossa e prodotta da Comune di Milano–Cultura, Palazzo Reale e MondoMostre Skira, in collaborazione con il MIBACT Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Il Gruppo Bracco è partner dell’esposizione per le nuove indagini diagnostiche. IntesaSanPaolo è MainSponsor.

L’allestimento è progettato da Studio Cerri & Associati.

L’esperta curatrice è l’appassionata Rossella Vodret, già curatore presso la Galleria Nazionale d’arte antica e Soprintendente per il patrimonio storico-artistico di Calabria, Puglia, Lazio e del Polo museale romano.

É coadiuvata da un prestigioso comitato scientifico presieduto da Keith Christiansen.

Il catalogo di Dentro Caravaggio, edito da Skira, oltre a raccontare il profondo rinnovamento pittorico di Caravaggio, contiene anche un e-book, con approfondimenti scientifici.

Palazzo Reale, Milano

www.palazzorealemilano.it

Dal 29/09/2017 al 28/01/2018

Lun: 08:30 – 14:30 (riservato scuole)
Lun: 14:30 – 22:30
Mar, Merc: 09:30 – 20:00
Gio, Ven: 09:30 – 22:30
Sab: 09:30 – 22:30
Dom: 09:30 – 20:00

Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura.
Chiusura anticipata alle 20.00 nei giorni 29 settembre, 16 e il 23 ottobre.

Intero € 13 / Ridotto € 11 studenti, gruppi, over 65, disabili e convenzioni / Ridotto speciale € 6 scuole, gruppi organizzati da Touring e FAI, giornalisti con tesserino ODG con bollino dell’anno in corso e altre convenzioni / Famiglie adulto € 11, ragazzi € 6 (per 1 o 2 adulti + ragazzi da 6 a 14 anni) (*audioguida inclusa)

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook