A Human Adventure: nello spazio c’è spazio per tutti

A Human Adventure: nello spazio c’è spazio per tutti

A Human Adventure è la fantastica mostra che racconta la storia della NASA, National Aeronautics and Space Administration e delle sue incredibili conquiste nello spazio. É visibile dal 27 settembre 2017 al 4 marzo 2018 per la prima volta in Italia, a Milano, nello Spazio Ventura XV.

Una mostra che ha già affascinato nel suo tour mondiale iniziato nel 2011, milioni di visitatori di tutte le età. Perché tra i ca 2000 metri quadrati,  tra i tanti oggetti esposti e i circa sessanta anni di ricerca e sperimentazioni, si percepisce il sogno.

Quello dell’uomo che vuole superare se stesso, i limiti della sua conoscenza, con determinazione, costanza, volontà, impegno. Che è pronto ad abbandonare le certezze, le credenze, per seguire la sua visione.

Siamo fatti della stessa materia dei sogni, diceva Shakespeare. Per questo, una delle sei sezioni della mostra, è dedicata ai Sognatori, come Giulio Verne o HG Wells, che con la loro immaginazione hanno anticipato la conquista dello spazio.

Che comincia con il lancio dello Sputnik russo, il primo oggetto umano in orbita, il 4 ottobre 1957. La corsa allo spazio e quella tra Usa e Urss, sono cominciate. Sullo sfondo infatti c’è la guerra fredda ( e tecnologica) tra i due paesi.

Nel 1961, il primo uomo è nello spazio: Yuri Gagarin, sovietico. Nel 1969, il primo uomo è sulla luna: Neil Armstrong, americano.

A Human Adventure si apre con la Gantry entrance, una replica della passerella in metallo che collegava, a ca 100 metri da terra, il razzo lunare Saturn V con la rampa di lancio di Cape Canaveral.

Seguono cinque sezioni: Sognatori, La corsa allo Spazio, Pionieri, Resistenza e Innovazione.  Sono presenti circa 300 manufatti originali provenienti dai programmi spaziali USA e URSS; la maggior parte di essi in prestito dal Kansas Cosmosphere & Space Center e dallo Space & Rocket Center, molti dei quali sono stati nello spazio.

Dalle prime scomode astronavi costruite dalla Nasa, all’agile Shuttle, dalla pesantissima tuta pressurizzata Mercury alla più leggera A7L capace di proteggere gli astronauti dalle temperature lunari(dai +120 ai -170ca);e ancora il mangiare degli astronauti, oggetti di igiene personale, respiratori; la replica a grandezza naturale del veicolo Gemini, la capsula spaziale Mercury,  Rover spaziali che servìrono per esplorazioni lunari, simulatori di antigravità.

A Human Adventure regala l’emozione “dell’ultima frontiera”, dove si mettono a punto ritrovati tecnico-scientifici per migliorare la vita sulla terra. Un grande messaggio per i giovani che potranno intuire, nella multidisciplinarietà del mondo spaziale, scelte professionali future. Perchè nello spazio, c’è spazio per tutti.

Sono previsti percorsi esperenziali e didattici per le scuole.

La mostra è prodotta da John Nurminen Events in collaborazione con AVATAR. Il catalogo che vi consentirà di portare a casa immagini “stellari”, è edito da Skira.


NASA – A Human Adventure
27 settembre – 4 marzo 2018
Spazio Ventura XV – via Giovanni Ventura 15, Lambrate
Aperta dal lunedì alla domenica dalle 10 alle 19.30, anche il 24 e 31 dicembre dalle 10 alle 14, il 25 dicembre e 1 gennaio dalle 14.30 alle 19.30.

Biglietti: intero 18 euro, 16 ridotto
Gratuito per under 6, per accompagnatore di gruppo, accompagnatore di persona disabile, giornalisti accreditati

Per ulteriori informazioni: www.ahumanadventure.it

hashtag ufficiale #ahumanadventure


Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook