Malazè la cultura dei Campi Flegrei a settembre

Malazè la cultura dei Campi Flegrei a settembre

Sono dodici anni che Rosario Mattera propone l’evento Malazè con il sottotitolo di ‘Archeo-eno-gastronomia dei Campi Flegrei’. Anche quest’anno dal 2 al 19 settembre si svolgeranno numerosi eventi su tutto il territorio flegreo che spazia tra Pozzuoli, Quarto, Bacoli, Monte di Procida, Napoli, Giugliano.

Partiamo dal nome: cosa significa Malazè? E’ il nome dell’antico ricovero, in dialetto puteolano, dove i pescatori mettevano a riparo le reti al rientro dalla pesca (magazzino-magazzeno-malazzè). Da questa reminescenza culturale, è nato l’intento di Mattera nel proporre la cultura del territorio sotto forma di enogastronomia unitamente alle bellezze del patrimonio archeologico presenti.

Nel corso degli anni la manifestazione che si snodava attraverso una settimana di eventi, partendo nelle prime settimane di settembre, ha visto il progressivo aumento fino a giungere agli attuali 17 giorni, diventando negli anni un laboratorio diffuso di innovazione territoriale con percorsi di base creativa, e di valorizzazione del patrimonio culturale.

Mattera ha espresso in una intervista: ‘Stiamo creando una forma di turismo che non ci è stato impacchettato dall’alto, fatto da imprese, associazioni e cooperative che tassello dopo tassello stanno facendo venire su qualcosa di veramente bello, senza che nessuno di noi un giorno dovrà dire a qualcuno grazie, per qualche sporco euro di sovvenzione’ inoltre ‘Quello che è emerso in questi anni è stata la consapevolezza di essere sulla strada giusta. In questi anni abbiamo proposto turismo responsabile ed esperienziale. Secondo gli studiosi e gli economisti si tratta di un tipo di turismo che è costantemente in crescita e sarà tale, secondo le previsioni, almeno fino al 2020. Per queste ragioni nasce Malazè Experience

Infatti nel corso di dodici anni, Mattera ha dovuto fronteggiare non poche difficoltà per poter portare avanti il suo progetto, che coinvolge diversi settori dell’imprenditoria flegrea e non solo, con il fine di poter rilanciare attraverso una economia turistica quella più concreta del territorio, soprattutto per i giovani. Attraverso cooperative o associazioni durante tutto l’anno sono disponibili per organizzare tour in luoghi dei quali non se ne conosceva nemmeno l’esistenza, si è creato così un sistema virtuoso di turismo.

L’edizione 2017 di Malazè ha un programma che prevede oltre cento iniziative articolate in quattro sezioni: Gusto, Miti e storie, Archeologia e Natura, per cui ogni giorno si svolgeranno più eventi contemporaneamente. (programma consultabile sul sito: www.malaze.it)

Tra le novità di quest’anno Malazè Experience per la promozione dei Campi Flegrei, dove una equipe di professionisti del settore turistico proporrà quattro pacchetti turistici per promuovere il territorio flegreo.

Malazè Experience si avvale della collaborazione dell’agenzia nazionale ‘Viaggi e Miraggi’ leader nel settore del turismo responsabile.

Due sono gli eventi speciali, tra questi il 4 settembre ‘Semplicemente Malazè’ con la Nuova Compagnia di Canto Popolare, l’evento di beneficenza a favore dei ragazzi down dell’Associazione La Bottega dei Semplici Pensieri; il 19 settembre la ‘La pizza geotermica nell’inferno di Totò’ evento nella Solfatara dedicato a Totò il cui ricavato andrà alla Mensa dei Poveri di San Gennaro.

Spazio ai piccoli con Malazè e i bimbi con visita alla Foresta Regionale di Cuma, alla Casa delle Api, Miniolimpiadi ed eventi al Giardino dell’Orco.

Due i concorsi : uno fotografico con la giornata di premiazione l’8 settembre presso Palazzo Migliaresi al Rione Terra di Pozzuoli, mentre il 16 settembre ‘La grande abbuffata’ il concorso di cortometraggi a tema enogastronomico presso le Cantine Tenuta Matilde Zasso.

Il conto alla rovescia è iniziato, Malazè vi aspetta.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook