Le vacanze: appuntamento galante con la lettura

Le vacanze: appuntamento galante con la lettura

Le vacanze estive stanno arrivando, si sentono nell’aria puzzolente di afa e si percepiscono ogni mattina quando qualcuno prende la metropolitana nel senso contrario tanto il cervello comincia a non poterne più, quando una persona esce di casa e si dimentica le chiavi nella toppa, quando anche il tuo cane ti guarda con la testa storta come a volerti suggerire che sì, non ce la puoi più fare a reggere questi ritmi.

Allora non resta che mettere nelle borse, borsoni, trolley, valigie e chi più ne ha più ne metta, il minimo indispensabile per viaggiare comodi e sereni: peccato che questa sia solo un’utopia, in generale per soggetti appartenenti alle più svariate categorie, ma in modo particolare la questione diventa spinosa e impegnativa per la categoria dei lettori.

Io da buona lettrice non ho nessuna intenzione di facilitarvi il compito: dunque, ben vengano borse stra colme di libri, che una volta caricate sulle nostre povere spalle ce le spezzeranno in più punti, ma bisogna gioire del fatto che in compenso ci riempiranno l’anima di pensieri e di ricordi che difficilmente passeranno.

Ecco dunque il primo appuntamento galante con i libri di quest’estate, da riscoprire e anche (perché no?) riscoprire:

  1. IT by Stephen King: Ebbene sì, questo è uno di quei tomoni che prima o poi ci sono passati sotto il naso, magari li abbiamo anche sfiorati con le mani e poi abbiamo tirato dritto, forse troppo spaventati dalla mole di pagine. Anche se ormai uscito nel lontano 1986, questa è una di quelle storie che volenti o nolenti ci ha spaventato tremendamente da piccoli (qualunque sia la nostra generazione) e che ora verrà riproposta al cinema, in una versione restaurata, con una nuova veste decisamente più conforme e fedele alle parole scritte da quel genio di Stephen King. Non resta dunque che riprendere o prendere in mano per la prima volta il manoscritto più terrificante che sia mai stato scritto, per risvegliare in noi il terrore di Pennywise.

  2. La ragazza del passato by Amy Gentry: Catapultiamoci ora nel mondo delle novità, che durante i mesi estivi sembrano fioccare come margherite e che spesso non meritano nemmeno l’ombra di un’occhiata data per sbaglio. Poi invece capita di imbattersi in una storia abbastanza agghiacciante, il racconto di una mamma che perde una delle sue due figlie, rapita nel cuore della notte da uno sconosciuto e che ricompare improvvisamente dopo 8 anni. Immaginare la gioia di una madre che può riabbracciare la propria primogenita è qualcosa di indescrivibile, ma se il tutto per caso si rilevasse una grossa farsa? O se il cervello ci stesse tirando un brutto tiro, perché sconvolto dalle troppe emozioni? Per immergersi nelle follie della mente umana.

  3. Lion by Saroo Brierley: Quasi sicuramente il film lo abbiamo visto in molti e la stessa quantità di persone ha usato numerosi fazzoletti per asciugarsi gli occhi al termine del film. Commovente, pieno di colori, pieno di sapori che arrivano da un’altra terra talmente grande da risultare spesso sconosciuta e ovviamente tutta da scoprire. Così questa storia di un ragazzo coraggioso, testardo e pieno di passione che grazie a tutte queste caratteristiche riesce a ritrovare la sua strada di casa, partendo dall’Australia e arrivando fino in India. Tutto da solo, con le sue forze, i suoi pochi ricordi legati alla sua mamma, che invano lo ha cercato per tutti questi anni. Non rimarrà nemmeno una lacrima quando girerete l’ultima pagina.

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook