Napoli Teatro Festival Italia | I concerti degli elementi in 4 location campane

Napoli Teatro Festival Italia | I concerti degli elementi in 4 location campane
Peppe Servillo Solis String Quartet

L’edizione 2017 del Napoli Teatro Festival Italia propone quattro diversi concerti in altrettante location, cui sono stati abbinati gli elementi : terra, aria, acqua e fuoco.

Il 23 giugno si svolgerà a Benevento il concerto gratuito a Piazza Roma, dove il tema portante sarà il fuoco, inteso come spirito, nell’elaborazione musicale dell’Orchestra di Piazza Vittorio. Titolo del concerto è ‘Credo’ un oratorio interreligioso su testi scritti e scelti da José Tolentino Mendonça, con musiche originali dell’Orchestra di Piazza Vittorio, di Gioachino Rossini, di Benjamin Britten, di Guillame de Machaut, ma anche canti religiosi elaborati come i sufi. Si tratta di un lavoro per nove interpreti di estrazioni completamente diverse che prevede, tra l’altro, l’utilizzo di strumenti particolari come la kora, un’arpa-liuto diffusa in buona parte dell’Africa occidentale, o l’oud, strumento arabo della famiglia dei liuti.

Il secondo appuntamento con il tema dell’acqua, sarà il 4 luglio ad Amalfi, Scalinata del Duomo, anch’esso gratuito, avrà come titolo ‘Presentimento’. Protagonisti Peppe Servillo & Solis String Quartet in un’opera che può essere considerata a tutti gli effetti la naturale prosecuzione di un progetto all’interno di un immenso panorama musicale, senza cercare di circoscriverlo ad un periodo o ad un autore. Da Gil a Viviani, da E.A. Mario a Cioffi/Pisano, da Scalinatella a Mmiez’o grano a M’aggia curà: una lista di autori e canzoni, che si inseguono e si incastrano con rigore regalando uno spettacolo a 360° che tocca musica, teatro e… cuore!

Il 5 luglio all’Abbazia di Loreto di Mercogliano (Avellino), avrà come tema la terra, con l’esibizione dell’ Orchestra Popolare Italiana diretta da Ambrogio Sparagna, con il concerto dal titolo ‘Le terre del Calore’. Concerto già sold out, nasce come una produzione originale del Festival, Ambrogio Sparagna elabora una serie di temi musicali tipici della tradizione popolare irpina per affidarli all’interpretazione di un originale organico come quello dell’Orchestra Popolare Italiana in cui spiccano alcuni strumenti tipici della tradizione, come il doppio flauto, il flauto di corteccia di quercia, la ciaramella, l’organetto e la ciaramella.

Terminerà il 10 luglio il ciclo degli elementi con il tema dell’aria, alla Reggia di Caserta, con gli ENSEMBLE BERLIN i musicisti dei Berliner Philharmoniker, con letture a cura di Andrea Renzi. Concerto già sold out.

Gli Ensemble Berlin hanno come filo conduttore le musiche di autori del Settecento napoletano. A Napoli, nel settecento, la cultura musicale era così diffusa da costituire una necessità indispensabile per la società. In ogni casa si suonavano strumenti e ciò spiega il gran numero di compositori ed il livello di perfezione raggiunto. Nello stesso tempo, c’erano autori di sinfonie del settecento, non italiani, che dalla città partenopea si sono lasciati ammaliare ed ispirare. Come, ad esempio, il giovane Mozart.

Andrea Renzi leggerà il testo di Angelo Callipo E volle alzare Palagio magnifico …, in cui l’architetto Luigi Vanvitelli descrive la sua stessa reggia vedendo in essa il compito che ogni uomo si sente affidato da Dio nel corso della vita.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook