Presentata la IX edizione del Pausilypon Suggestioni all’Imbrunire

Presentata la IX edizione del Pausilypon Suggestioni all’Imbrunire
Pausilypon Suggestioni all'Imbrunire

di Laura Scoteroni

La rassegna Pausilypon Suggestioni all’Imbrunire giunta alla sua IX edizione, è stata presentata il 24 maggio al Palazzo Caracciolo alla presenza di Maurizio Simeone presidente del CSI Gaiola onlus, con l’intervento di Luciano Garella Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Napoli, Eugenio Bennato musicista, Stefano Scognamiglio e Francesco Capriello direttori artistici della rassegna.

Il festival stabile di musica e teatro si svolge al Parco Archeologico del Pausilypon dal 27 maggio al 15 Luglio, dove si alterneranno spettacoli di musica e teatro nei prossimi sabato.

Il Centro Interdisciplinare Gaiola Onlus nasce nel 2004 come naturale evoluzione di un progetto di ricerca scientifica, il CSI Gaiola onlus porta avanti un progetto finalizzato alla tutela e valorizzazione del patrimonio marino-costiero dell’Area Marina Protetta Parco Sommerso di Gaiola che, in pochi anni, è riuscito a restituire alla Città di Napoli un sito di enorme interesse naturalistico ed archeologico che da decenni versava in totale stato di degrado. Dal 2009, il progetto è stato esteso anche al limitrofo Parco Archeologico Ambientale del Pausilypon – Grotta di Seiano, riaperto al pubblico dopo diversi anni di chiusura per restauro. Sono stati quindi strutturati diversi percorsi didattici e diversi itinerari di visita tra terra e mare per riscoprire il fascino e la bellezza della Pausilypon imperiale. Il Pausilypon è uno dei siti archeologici–naturalistici più importanti della Regione Campania: la Villa D’Otium di Publio Vedio Pollione o Villa Imperiale del Pausilypon (I Sec a.C./II Sec. d.C).

Il progetto culturale del CSIGonlus per il 2017 l’avvio a proprie spese dei lavori di recupero e rifunzionalizzazione dell’Odeion l’antico theatrum tectum della Villa imperiale, grazie agli introiti della rassegna Pausilypon Suggestioni all’Imbrunire, che dal 2010 si propone come consolidato appuntamento culturale napoletano i cui ricavati vanno reinvestiti in opere di recupero e valorizzazione del complesso naturalistico Pausilypon-Gaiola.

Finalmente dopo molti anni di inagibilità gli artisti torneranno ad esibirsi sulla sua scena, grazie al CSIG onlus d’intesa con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Napoli.

Negli interventi della conferenza stampa è stata messa in evidenza la difficoltà nel portare avanti la rassegna, visto che i fondi stanziati dal Comune di Napoli dall’Assessorato alla Cultura lo scorso anno di 20mila euro e mai di fatto arrivati, ha imposto il taglio del loro compenso avendo la rassegna il bilancio in rosso.

Stefano Scognamiglio, direttore artistico ha commentato: “Dobbiamo render conto di quali difficoltà dobbiamo incontrare per svolgerla questa rassegna. Intanto il contributo del Comune di Napoli, di cui siamo stati lietissimi, di 20mila euro purtroppo non è mai arrivato, stanziato ma di fatto non arrivato. Ragion per cui io e Francesco, con gli stessi artisti interloquiamo e proviamo sempre con enorme sforzo di tirar fuori un cartellone, lo scorso anno li abbiamo pagati con i fondi del Centro Studi Gaiola Onlus, come da contratto con i soldi che erano previsti dal Comune di Napoli. Questo ha fatto sì che i lavori di ristrutturazione dell’Odeion si svolgessero più tardi, facendo ora una corsa contro il tempo perché sua pronto per il debutto di sabato prossimo. Inoltre con gli stessi artisti, cui va il ringraziamento mio e di Maurizio (Simenone, n.d.r.) ad Eugenio Bennato per la passata edizione che è stato così generoso, da venire solamente con una copertura delle spese. Questa può essere una eccezione di un grande artista, con una grande sensibilità verso la cosa pubblica, ma non può essere il modus operandi, noi dobbiamo poter pagare gli artisti, adeguatamente dobbiamo poterci pagare noi. Maurizio per signorilità non ha detto che noi l’anno scorso nessuno ha potuto ricevere un compenso adeguato, anzi abbiamo ridurlo enormemente perché la rassegna era andata in rosso rispetto al budget. Dico questo perché altrimenti si rischia di fare mistificazione, vorrei esprimere cose che non risaltino solo le nostre virtù, poiché noi vogliamo continuare, credendo che il lavoro che noi svolgiamo debba avere il riconoscimento della dignità, allora io sento il dovere quale direttore artistico e fondatore di questa rassegna di comunicarvi tutto ciò’, concludendo ‘Non possiamo essere eroi ma siamo e vogliamo essere dei lavoratori. Purtroppo in Italia il lavoro dell’arte, il lavoro del teatro, il lavoro della musica, a differenza dei paesi europei a differenza del nostro passato, non lo si intende come un lavoro quotidiano, non lo si intende come un lavoro ma come un hobby, che non viene riconosciuto e che viene riconosciuto sempre molto poco e sempre molto meno”.

Gli spettacoli si svolgeranno all’imbrunire, con ingresso alle ore 18,00, tenendo fede al principio di non invasività che contraddistingue la manifestazione fin dalla prima edizione. Si accede dalla Grotta di Seiano giungendo al parco Archeologico che si affaccia direttamente sul mare in uno spettacolo mozzafiato. Dopo la presentazione del sito archeologico e degli interventi apportati, prenderà il via l’evento in programma.

Per consentire una più fluida partecipazione, gli eventi si svolgeranno nei prossimi sabato, alternando spettacoli di musica a quelli di teatro.

Inaugura il 27 maggio la IX edizione del Pausilypon Suggestioni all’Imbrunire il concerto Sinfonia per una Brigante con Le Voci del Sud dirette da Eugenio Bennato, un omaggio a Carlo D’Angiò recentemente scomparso

Eugenio Bennato: “Carlo lascia un’eredità straordinaria di insegnamenti stilistici e di composizioni poetiche e musicali, nel suo percorso artistico dalla fondazione della Nuova Compagniadi Canto Popolare, all’intuizione di Musicanova e ancora oltre”.

Il 10 giugno Alberto Pizzo dedicherà il concerto al mare con ‘Mediterraneo in piano solo’, ed il 24 giugno per Marcello Coleman il Pausilypon sarà la tappa campana del suo Pommch’ Tour di presentazione dell’ultimo lavoro discografico Pommch.

Concluderà la rassegna come di consueto l’Orchestra del Pausilypon che quest’anno si unirà alla Orchestra di fiati di Maiori Music Festival, proponendo I suoni del mare.

Per la sezione teatro inaugurerà l’Odeion Roberto Azzurro in Scarrafunera il 3 giugno,mentre il 17 giugno sarà la volta della favola siciliana Il cunto di Maruzza con Rosario Sparno ed Antonella Romano. Il 1 luglio lo spettacolo Bistecche di pinguino con Peppe Fonzo e Stefano Scognamiglio mentre l’8 luglioLisistrata – colei che scioglie gli eserciti dei Maestri di Strada e Associazione Trerrote, concluderà il ciclo teatrale.

Il programma del Pausilypon Suggestioni all’Imbrunire

27 Maggio/ SINFONIA PER UN BRIGANTE

Concerto sulla musica di Carlo D’Angiò

Erasmo Petringa, Angelo Cioffi e Le voci del sud   dirette da Eugenio Bennato

3 Giugno/ SCARRAFUNERA

di Cristian Izzo con Roberto Azzurro

10 Giugno/ MEDITERRANEO in piano solo

Alberto Pizzo

17 Giugno/ IL CUNTO DI MARUZZA

Rosario Sparno e Antonella Romano

24 Giugno/ POMMCH’ TOUR

Marcello Coleman, Nathan Coleman e Gianluca Aiello

1 Luglio/ BISTECCHE DI PINGUINO

Testo e regia Sonia Scognamiglio con Sara Missaglia,

Peppe Fonzo, Stefano Scognamiglio e Stefano Costanzo

8 Luglio/ LISISTRATA

regia Nicola Laieta con Maestri di Strada onlus e Associazione Trerrote

15 Luglio/ I SUONI DEL MARE

Orchestra del Pausilypon e  Orchestra di fiati del Maiori Music Festival

Fonte foto: Pasquale Fabrizio Amodeo

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook