Celebrando Leonardo, un sogno di 500 anni

Celebrando Leonardo, un sogno di 500 anni

“Celebrando Leonardo”, un sogno di 500 anni, è il progetto itinerante, nazionale e internazionale, per commemorare e portare in tutto il mondo, a 500 anni dalla sua morte, Leonardo da Vinci nato il 15 aprile 1452, ad Anchiano e morto il 2 maggio 1519 in Francia a Amboise. Ideatore e Direttore Generale è Alberto Vincenzo Vaccari.

“Celebrando Leonardo” non è la mera commemorazione di un genio del rinascimento riconosciuto come universale, ma, qualcosa che va oltre. Come dice lo slogan, “500 anni che applichiamo i suoi sogni”,  vuole indagare profondamente il suo pensiero, le sue visioni, le sue invenzioni e il suo talento.

Viviamo in un’epoca dove la tecnologia sembra prendere il sopravvento sull’uomo tanto da modificare antropologicamente le sue abitudini, dove i nuovi poteri, mercato e finanza, esigono solo gruppi di consumatori non pensanti, dove lo spirito non essendo quantificabile economicamente, non ha consistenza.

Per questo Leonardo, con la sua ricerca e sperimentazione visionaria, col suo equilibrio tra analisi e emozione, razionalità e fantasia, può costituire un punto di ripartenza per quello che Davide Foschi indica come Nuovo Rinascimento artistico e culturale. Perchè forse è vero che più si conosce e più si ama.

E Leonardo conosceva tanto, il suo sapere era enciclopedico. Fu ingegnere, pittore, scultore, scienziato, architetto, scenografo, anatomista, musicista, inventore, progettista, trattatista. Anche cerimoniere, cuoco e ideatore di banchetti.

Per questo Celebrando Leonardo, attraverso i luoghi dove egli ha soggiornato Firenze, Milano, Venezia, Roma e tutte le altre località che ha visitato, sarà un percorso itinerante per la rivalutazione del nostro territorio e dell’arte, non solo in senso lato, ma nella sua accezione più vasta: la nostra storia, le nostre bellezze naturali e artistiche, la nostra antica tradizione enogastronomica, la moda, la musica.

Il progetto avrà sette contenuti/elementi: la macchina scenica che verrà svelata in una prossima conferenza stampa, al lavoro ci sono scuole e studi d’architettura, per presentare le delizie italiane; la coppa Enogral che verrà svelata anch’essa prossimamente; a cena con Leonardo “La festa del Paradiso”, un evento celebrativo itinerante e spettacolare; la creazione della campana Leonardesca, creata ad hoc per scandire l’inizio e la fine delle celebrazioni; comunicazione per creare network mondiale d’interazione e condivisione di progetti “Leonardeschi”; la casa di Leonardo contenente le visioni leonardesche con i Brand dell’eccellenza italiana; il Piatto del Tempo, disegnato dall’ artista Davide Foschi, fondatore del Centro Leonardo da Vinci di Milano, con 5 secoli di ricette italiane.

Esse verranno riunite in un ricettario gastronomico degli stili attraverso i secoli, dal rinascimento sino ai giorni nostri  da professori, chef e allievi  dell’ Istituto Professionale Alberghiero Angelo Berti di Verona,dopo attente ricerche, studi e prove culinarie.

In ”Casa Leonardo”, una sorta di nuovo palazzo rinascimentale che andrà nel mondo, ci sarà al centro una ”sfera magica” su cui proiettare l’arte di Leonardo e, in nicchie parietali, saranno esposti i prodotti di oggi delle aziende italiane d’eccellenza, dall’arte alla moda, all’arredamento, al design, alla scienza, alla tecnica.

Ideatore e Direttore Generale è Alberto Vincenzo Vaccari

(autore di libri ed esperto d’arte)

Testimonial: Antonio Lubrano

Ente ideatore: Associazione Culturale Mani d’Oro

Ente promotore: Celebrando Leonardo da Vinci s.r.l.

www.celebrandoleonardo.org

Contributi al progetto:

• La Federazione Nazionale Suonatori di Campane (8000 addetti)

• L’Associazione Nazionale Culturale italiana Donne della Vite

• Centro Leonardo da Vinci Milano / Firenze

• L’Istituto Professionale Alberghiero Angelo Berti Verona

• L’Associazione Appio Spagnolo e i “Visionari Leonardeschi”

• L’Istituto Professionale Industria e Artigianato Giorgi

e l’organizzazione di

Grafiche Si.Be / Damarossa & Partners / Citicom – Milano

Si ringrazia Davide Foschi del Centro Leonardo da Vinci di Milano e

Studio Arch. Luigi Bruno (progetto Casa Leonardo)

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook