HARRY POTTER E LA PIETRA FILOSOFALE | Una magica saetta ospite al Lingotto

HARRY POTTER E LA PIETRA FILOSOFALE | Una magica saetta ospite al Lingotto

Il Cinema è una meraviglia: su questo non ci sono dubbi, non ci sono mai stati. Sarà anche solo “una delle” tante meraviglie, ma sicuramente si può prendere con arroganza uno dei posti più alti. Ciò che lo rende tale, è proprio quella capacità di far vedere, far stupire, far ridere, fare piangere utilizzando delle immagini, dei colori e delle musiche. Quando poi quelle note vengono scritte appositamente per quella scena (ma anche no) e calzano talmente bene che questo le rende già da sole insostituibili, allora si è raggiunta una sorta di estasi che credo sia difficile riprovare in altre situazioni.

Le colonne sonore dei film sono come degli abiti, fanno sì che questi ultimi vengano riconosciuti in fretta anche solo dal Main Theme che apre la prima scena: così è successo per tantissimi lungometraggi, così è indubbiamente andata per quanto riguarda la saga del mago Harry Potter. Tante cose si possono dire (e Dio ce ne scampi, quante ne sono state dette) su questo romanzo, sul suo adattamento cinematografico, sui vari interpreti che hanno preso parte per 7 lunghi anni alla realizzazione di un universo che ha fatto storia ormai, e che sicuramente nessun bambino o ragazzino o adulto dimenticherà tanto facilmente.

In queste due serate che si terranno all’Auditorium del Lingotto a Torino, precisamente venerdì 10 e sabato 11 marzo, la vera protagonista della serata sarà la Musica: arriva anche nel capoluogo piemontese, dopo aver ottenuto un enorme successo nella capitale romana, il cine-concerto tutto dedicato al celebre film fantasy, per la gioia di tutti coloro che anche solo una volta nella loro vita hanno sentito l’opening di uno dei 7 film e specialmente per tutte quelle persone che hanno seguito lo sviluppo della storia, aspettando con ansia l’uscita del nuovo libro anche in Italia (che mannaggia a loro, uscivano sempre dopo), che si sono fiondati al cinema appena il film arrivava nelle sale.

Ecco, in realtà un po’ per tutti, per poter vivere un’esperienza abbastanza unica, che consente di ascoltare un’orchestra sinfonica suonare ed eseguire tutta la colonna sonora del primo film “Harry Potter e la pietra filosofale”, mentre dietro di loro su un maxi schermo verrà proiettato tutto il film: live la musica, live le immagini. Un esperimento che sicuramente porterà molte emozioni, molti brividi e immensa gioia nel poter vivere un’esperienza molto rara e assai desiderata: quante volte infatti capita di vedere un film e di riascoltare la colonna sonora a casa, che però non ha lo stesso effetto se non accoppiata al suo partner naturale, ovvero il film in se stesso? Ci sono musiche che indubbiamente vivono di vita propria, che non hanno bisogno di un accompagnamento fatto di immagini e video, ma quando si parla di determinati film e di certi compositori come John Williams, che ha scritto la colonna sonora per i film del maghetto, allora ben vengano schermi e film proiettati insieme alle braccia svolazzanti del direttore d’orchestra che dirige tutti i suoi componenti.

Una serata all’insegna della magia, composta da note, parole, immagini e colori che insieme compongono un pout pourri di emozioni, che sicuramente sapranno soddisfare tutte le persone che avranno deciso di prendersi una pausa dalla loro vita frenetica, per circa due ore, e che si godranno lo spettacolo.

R

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook