All’Teatro dell’Opera di Roma torna dopo dieci anni la Bohème di Puccini

Il 16 giugno con un cast d’eccezione torna in scena al Teatro dell’Opera di Roma, dopo dieci anni, la Bohème scritta dal genio italiano Giacomo Puccini. L’ allestimento è di Pierluigi Samaritani, gli innamorati Rodolfo e Mimi’, sono Ramòn Vargas e Hibla Gerzmava (che si alterneranno con Stefano Secco e Maria Jose’ Siri). Maestro del Coro, Roberto Gabbiani. A dirigere l’Orchestra del Teatro dell’Opera, il newyorkese James Conlon.

Le rappresentazioni si protrarranno fino a domenica 26 giugno e ci sono tutte le carte in regola per aspettarsi un gran successo.

La Bohème è stata composta da Puccini nel 1895 ed è un’ opera ispirata al romanzo di Henri Murger Scènes de la vie de bohème e fu rappresentata per la prima volta al Teatro Regio di Torino, diretta da Toscanini allora ventinovenne. Venne accolta dal pubblico con il più ampio consenso mentre la critica di allora di dimostrò piuttosto ostile, ora all’unanimità è considerata uno dei più grandi capolavori musicali mai scritti.

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook