NATALE | Un last minute? Volentieri, ma ricolmo di cultura e a tutto tondo

NATALE | Un last minute? Volentieri, ma ricolmo di cultura e a tutto tondo
(fonte immagine: GreenMe.it)

Il solstizio d’inverno è iniziato da solo un giorno, che probabilmente ne abbiamo già le scatole piene del freddo, del vengo gelato, dell’umidità, per non parlare della pioggia che vicino a Natale fa l’effetto di una colata di cemento su una torta appena sfornata.

Inoltre, come se non bastasse, mancano esattamente due giorni alla grande festa e siamo sicuramente in un ritardo quasi spaventoso con i regali e puntualmente ce ne manca qualcuno che ci costringe a riversarci nel marasma dei centri commerciali con i loro 200 gradi di temperatura in più rispetto a quella fuori che provocano un blocco immediato al cuore oppure a catapultarci dentro i negozi nel centro di Torino, che sono tanto ricchi di luci quanto di persone che puntualmente ti sbattono gli angoli dei sacchetti belli puntuti in una coscia o nella schiena.

Che stress, che nervoso: eppure, eppure. C’è un modo molto semplice, utile, ricreativo, educativo e illuminante per eliminare (soprattutto in questi ultimi giorni di delirio e follia) il problema regali alla radice: immergersi nella Cultura. Quella con la C maiuscola, che nel mondo moderno prende un sacco di sfaccettature e permette di accedere ad alcune idee regalo davvero originali e semplici da realizzare.

Partiamo da quelli che possono essere semplici oggetti, ma che improvvisamente si possono anche trasformare in viaggi fantastici verso l’ignoto: i libri. Così ampia la scelta, che dare un consiglio così generico risulta impossibile, anche perché ogni persona che ami leggere ha i suoi gusti, le sue preferenze anche in questo campo; ma se fosse che la persona alla quale dovete fare un regalo non si sia ancora avvicinata al magico mondo della lettura (a prescindere dall’età), allora si può pensare di andare su qualcosa che a voi in prima persona ha fatto in qualche modo sognare, che vi ha convinti a dedicare occhi e orecchie a quelle righe scritte e che ricorderete per sempre.

E’ anche vero che comprare dei libri non risolve il problema dei negozi fisici, che all’ultimo minuto rimangono l’unica soluzione possibile. E allora, se quest’idea non vi convince del tutto, il grande ed enorme mondo del web per fortuna ci potrebbe essere molto utile: un concerto di musica classica, per gli amanti del genere chiaramente, sia esso all’Auditorium Rai di Torino o al Lingotto, con i loro calendari che si riempiono sempre più di eventi speciali e unici.

Un biglietto per l’opera, per uno spettacolo di danza o di teatro (da sfogliare assolutamente il programma di Torino Spettacoli, che trovate online sul sito www.torinospettacoli.com), quei classici che non tramontano mai e che permettono di condividere un regalo, magari acquistando due biglietti e decidendo di trascorrere una serata alternativa con quella o questa persona.

Infine, ma non per importanza, una meravigliosa chicca che potrebbe davvero rivelarsi l’idea più giusta e gradita, per chi vuole arricchire le proprie competenze e conoscenze nel campo della letteratura e della scrittura: un bel pacchetto regalo contente un corso di scrittura/editoria, che giustificano i loro costi proprio con il ricco contenuto che possono donare a moltissimi soggetti. Girovagando su internet, potreste trovare idee interessanti sul sito www.circolodeilettori.it (presente non solo a Torino, ma anche a Novara) e se ancora non siete del tutto soddisfatti, digitate www.scuolaholden.it, che vi permetterà di conoscere un mondo fatto di grandi scrittori, moltissimi corsi per tutte le età (addirittura con la possibilità di seguirne alcuni online) e molto altro materiale.

Che questo possa dunque essere un Natale davvero molto ricco di cultura, per tutti voi.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook