ATTORNO A CARAVAGGIO | Brera in dialogo con la città

ATTORNO A CARAVAGGIO | Brera in dialogo con la città
(fonte immagine: Pinacoteca di Brera)

In una Milano che sta cambiando pelle, che sta riappropriandosi di un’identità culturale antica, offuscata da quella “del fare”, Brera, la Grande Brera, quella immaginata dal visionario Russoli, ha un ruolo da protagonista.

L’apertura di Palazzo Citterio nel 2018, rafforza questo rapporto di partecipazione con la città. Il comune di Milano accompagna la grande trasformazione di questa splendida pinacoteca che da contenitore di opere, da museo elitario, diventa luogo democratico, in perfetta continuità con quello spirito che le aveva dato i natali; perchè, come ricorda James Bradburne, direttore di Brera, i musei vivono se comunicano con i cittadini, se si trasformano in laboratorio di idee, con incontri, sperimentazioni, momenti di socializzazione.

Come succede con il terzo dialogo, Attorno a Caravaggio, tra un capolavoro del museo e altre opere “ospiti”. Dopo quello di Raffaello e Perugino e Mantegna e Carracci infatti, dal 10 novembre 2016 al 5 febbraio 2017, la Cena in Emmaus di Caravaggio, donazione degli Amici di Brera, si confronterà con cinque dipinti con attribuzioni a Caravaggio variamente accolte, contestate o assegnate ad altri pittori suoi contemporanei, tra cui tre dipinti di Louis Finson, pittore e mercante d’arte fiammingo e, per la prima volta in mostra al pubblico, Giuditta che decapita Oloferne, tela trovata in Francia nel 2014, proveniente da una collezione privata, da alcuni mesi oggetto di studi controversi per l’attribuzione al pittore lombardo.

Questo momento di dialogo offre quindi uno spazio di incontro, talvolta scontro, come si è già visto dato che, per questa ultima opera, si parla anche di “Caravaggio contestato” (e munito di asterisco per specificare, nella didascalia, che l’attribuzione è data dai proprietari e non da Brera); ma per Bradburne, resta un’occasione di scambio e di ricerca per sottoporre all’attenzione di visitatori e studiosi, invitati a guardare con i loro occhi, in modo democratico, alcuni problemi di attribuzione relativi alle opere esposte.

Per l’occasione si è provveduto al riallestimento di sette sale, il cui sistema di illuminazione è stato finanziato dagli Amici di Brera, che hanno festeggiato nel 2016, 90 anni di attività a favore della valorizzazione di Brera.

Nicola Spinosa cura questo dialogo Attorno a Caravaggio. Di SKIRA è il volume Attorno a Caravaggio. Una questione di attribuzione. Terzo dialogo a cura di James M. Bradburne.

Giornata inaugurale giovedi 10 novembre con ingresso gratuito dalle 8.30 alle 22.15.

Via Brera, 28 – Milano
+39 02 72263 1 +39 02 72263 264–229
www.pinacotecabrera.org
[email protected]
Lunedì: chiusi, ci dispiace
Martedì: aperti 8.30 > 19.15
Mercoledì: aperti 8.30 > 19.15
Giovedì: aperti 8.30 – 22.15 (chiusura biglietteria 21.40/Ticket office closes at 9.40pm)
Venerdì: aperti 8.30 > 19.15
Sabato: aperti 8.30 > 19.15
Domenica: aperti 8.30 > 19.15
Chiusura biglietteria: ore 18.40
Brera si racconta – Percorsi didattici gratuiti
tel. +39 02 72263219
[email protected] beniculturali.it

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook