Hokusai, Hiroshige e Utamaro, la bellezza del Mondo Fluttuante

Hokusai, Hiroshige e Utamaro, la bellezza del Mondo Fluttuante

La mostra delle opere di Hokusai, Hiroshige e Utamaro al Palazzo Reale di Milano dal 22 settembre 2016 al 29 gennaio 2017, è un evento centrale tra quelli che concorrono a celebrare una grande ricorrenza: i 150 anni del Trattato di Amicizia e di Commercio tra Giappone e Italia, sottoscritto il 25 agosto 1866.

HokusaiEssa presenta 200 silografie policrome in diversi formati e libri di Manga, prestati dal Honolulu Museum of Art che rispecchiano l’essenza di quella corrente artistica chiamata “ ukiyoe” mondo fluttuante, da uki, mondo e yo, fluttuante. Prima del 1600 questa parola era legata alla filosofia buddista e aveva una connotazione negativa: indicava il mondo terreno con le sue cose illusorie ed effimere, capaci di ostacolare e/o impedire il raggiungimento dell’illuminazione. Il testo di Asay Ryoi (1612- 1691), Racconti del mondo fluttuante, segna un punto di svolta nell’accezione di questo termine, che indica ora le cose si effimere, ma capaci di rendere piacevole l’esistenza.

Scrive Asay Ryoi: “Vivere momento per momento, volgersi interamente alla luna, alla neve, ai fiori di ciliegio e alle foglie rosse degli aceri, cantare canzoni, bere sake, consolarsi dimenticando la realtà, non preoccuparsi della miseria che ci sta di fronte, non farsi scoraggiare, essere come una zucca vuota che galleggia sulla corrente dell’acqua: questo, io chiamo ukiyo” .

Tutto questo, più il mondo dei sogni e il mondo del meraviglioso, sono i soggetti prediletti dei tre artisti per eccellenza del “Mondo Fluttuante”: Hokusaki (1760/1849), Hiroshige (1797/ 1858) e Utamaro (1753/1806).

HokusaiLa mostra è divisa in cinque sezioni: Paesaggi e luoghi celebri, dove Hokusai e Hiroshige sono messi a confronto; Tradizione letteraria e vedute celebri: Hokusai, una raccolta di silografie contenenti riferimenti letterari, destinata ad un pubblico più raffinato; Rivali di “natura”: Hokusai e Hiroshige; Utamaro: bellezza e sensualità, dedicata interamente alla bellezza femminile; I Manga: Hokusai insegna, 15 libri dove l’artista spiega la tecnica pittorica dell’ukiyoe, di questo mondo raffinato che è stato capace di parlare e raggiungere tutti in quanto stampata.

La silografia infatti, vede coinvolto oltre all’artista disegnatore anche l’incisore e l’editore. Essa ha affascinato ed influenzato gli artisti europei di fine ottocento non solo in ambito pittorico. Basti pensare a Madame Butterfly di Giacomo Puccini, ambientata nel paese del sol levante. Sarà proprio questa opera ad inaugurare la stagione della Scala il 7 dicembre 2016.

L’esposizione, promossa e prodotta da Comune di Milano‐Cultura, Palazzo Reale e MondoMostre Skira, editore del catalogo, è curata dalla professoressa Rossella Menegazzo, docente di Storia dell’Arte dell’Asia Orientale dell’Università degli Studi di Milano.

Per ragioni conservative e di tutela delle opere esposte, diversamente dalle altre mostre in corso a Palazzo Reale, la mostra Hokusai, Hiroshige, Utamaro resterà chiusa il lunedì pomeriggio mentre il sabato la chiusura sarà anticipata alle 19.30 anziché alle 22.30,con ultimo ingresso alle 18.30.

Dal 22/09/2016 al 29/01/2017
Palazzo Reale, Piazza del Duomo, 12, Milano
Mar Mer: 09:30 – 19:30
Gio: 09:30 – 22:30
Ven Sab Dom: 09:30 – 19:30

Audioguida inclusa_Intero € 12 / Ridotto € 10 studenti, gruppi, over 65, disabili e convenzioni / Ridotto Card Musei Lombardia Milano € 8 / Ridotto scuole € 6 (valido anche per gruppi organizzati da Touring e FAI) / Famiglie adulto € 10, ragazzi € 6 (per 1 o 2 adulti + ragazzi da 6 a 14 anni

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook