Artissima 2016: la bussola per l’arte contemporanea

Artissima 2016: la bussola per l’arte contemporanea

Negli spazi della moderna Torre Unicredit di Milano, in piazza Gae Aulenti, è stata presentata la ventitreesima edizione di Artissima, la principale fiera d’arte contemporanea in Italia che si svolge annualmente a Torino. Unicredit, main partner di Artissima da 14 anni, conferma cosi il suo impegno a favore della cultura e dell’arte con una presenza locale, ma sempre a respiro internazionale. Anche quest’anno offrirà il servizio di Art Advisory, atto a facilitare i collezionisti o coloro che vogliono diventarlo.

Artissima 2016 si svolgerà dal 4 al 6 novembre all’Oval, il padiglione di vetro nel complesso di archeologia industriale del Lingotto di Torino. La fiera di opere d’arte contemporanea si propone con quasi duecento gallerie da tutto il mondo, 65 % di espositori stranieri, 20.000mq di esposizione, oltre 50 curatori e direttori di museo coinvolti, più di 2.000 opere in mostra. E’ una sorta di bussola per l’arte contemporanea, in quanto ne misura le caratteristiche estetiche, artistiche ma anche economiche, offrendo al mercato dell’arte, attraverso il suo lavoro innovativo e selettivo di artisti e gallerie, le linee guida dell’arte futura.

La fiera è curata da Artissima srl, società che afferisce alla Fondazione Torino Musei; è diretta dal 2012, da Sarah Cosulich.

Artissima si compone di sette sezioni artistiche: tre sono dirette da board di curatori e direttori di musei internazionali. Esse sono Present Future, dedicata agli artisti emergenti, che prevede il Premio Illy Present Future per l’artista considerato più interessante; PER4M dedicata alla performance e Back to the Future dedicata alla riscoperta dei grandi pionieri dell’arte contemporanea. Le altre quattro sezioni sono selezionate dal comitato delle gallerie della fiera.

Esse sono: Main Section, dedicata alle gallerie più rappresentative della scena internazionale dell’arte contemporanea; Dialogue, novità di questa edizione, dedicata esclusivamente a gallerie emergenti o gallerie con un approccio sperimentale che intendono presentare uno stand monografico o lavori di 2-3 artisti in dialogo; New Entries, dedicata alle gallerie attive da meno di cinque anni per la prima volta a Torino; Art Editions, dedicata alle gallerie specializzate in edizioni e multipli d’artista.

Tante le iniziative in fiera. Tra queste ricordiamo: Walkie Talkies by Lauretana, brevi dialoghi tra coppie di curatori e collezionisti che accompagnano i visitatori nella visita degli spazi fieristici ; What is Experimental, novità di questa edizione, dove un gruppo di curatori idipendenti offrono momenti di confronto e condivisione e Zonarte, spazio per workshop, laboratori incontri per famiglie, giovani e operatori culturali.

Ma se le iniziative in fiera sono molteplici, l’intera città di Torino, con la sua storica ospitalità e la sua forte rete museale (GAM, MAO, Palazzo Madama), offre esperienze anche fuori da circuito fieristico. Da segnalare anche il progetto Llying Home, curato da Sarah Cosulic e l’aeroporto di Torino, dove l’artista tedesco Thomas Bayrle, anticipatore del linguaggio digitale, propone una sua opera specifica.

Artissima è aperta al pubblico dal 4 al 6 novembre 2016, dalle ore 12.00 alle ore 20.00.

Ingresso pedonale: Via Nizza 294, Torino10126

Intero: € 15,00; Ridotto: € 10,00 *

* Ragazzi 12-18 anni. Over 65 anni. Studenti universitari su presentazione della tessera universitaria. Militari in divisa.
Leggi tutte le convenzioni qui

Abbonamento valido per 3 giorni (4-5-6 novembre): € 30,00

Possibilità di acquisto in prevendita su vivaticket.it a partire dal mese di settembre.

*I biglietti acquistati online consentono accesso diretto alla fiera, senza code o cambi alla biglietteria

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook