Milano Lab Gallery

Milano Lab Gallery

Un nome che non esito a definire perfetto in grado di evocare mille scenari e tanta industriosità.

IMG_7650Una galleria d’arte? No qualcosa di più. Un salotto raffinato e accogliente. Non poteva essere diversamente dato il suo animatore: Beppe Zucca che evoca il mitico tandem con Gregorio Caccia Dominioni. Un bel pezzo della storia dell’architettura di Milano. Ne parleremo in un’altra occasione. Ora preferiamo immergerci in quest’atmosfera di tempo sospeso, dove le sculture cinesi o i pezzi d’arte contemporanea si confondono con “pezzi d’arte” come le riviste d’architettura più prestigiose gelosamente conservate grazie all’amore per la cultura. Quella vera.

Lo spazio di via Antonio Scarpa non è solo  una galleria d’arte,  sui generis per altro dati i contenuti che proprone, ma è qualcosa di più, perchè concepita per accogliere il visitatore, anche grazie al sapiente mix tra oggetti dalle provenienze più diverse.

IMG_7653Così manufatti cinesi di rara preziosità si trovano a contatto con testimonianze “granitiche” della nostra storia del design, o come in questo caso con un mostra nella mostra, una raffinata collezione di stampi, blocchi tessili per progettazione di stampe: ieri oggetti di uso artigianale e oggi piccole opere d’arte ricche di fascino e di storia.

IMG_7649Tutto ciò si deve, a metà dell’ottocento, quando la neonata borghesia, piccola e media, richiede attenzioni fino allora riservate  all’aristocrazia. I tessuti sono uno dei tanti esempi e se per soddisfare le esigenze dell’elite erano sufficienti  pochi abili maestri, si evidenzió ben presto la necessita di trovare sistemi di produzione più veloci per andare incontro alle esigenze di una scalpitante classe emergente.

IMG_7656I tessuti “a stampa” sono una delle risposte e nasce allora la figura del disegnatore di tessuti, che  si consoliderà nel tempo, cosi come accadrà per gli arazzi o la ceramica. Innovazione e  progettazione iniziano una danza che dura tuttora. Nello specifico i disegnatori  non si dovevano limitare a  creare qualcosa di decorativo ma dovevano tener presente le esigenze della produzione, ecco ancora la Committenza che tenace fa capolino e procede spedita incurante delle mode che imperversano.

IMG_7657

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook