AAA cercasi direttore per il MAXXI Arte di Roma

AAA cercasi direttore per il MAXXI Arte di Roma
MAXXI

Il MAXXI di Roma è in cerca di un nuovo direttore per il Dipartimento Arte. Chi è interessato ha tempo fino al 29 marzo per inviare la propria candidatura (clicca qui).
È ormai da un mese e mezzo che Anna Mattirolo ha lasciato la carica per un suo ritorno al Ministero per i Bnei Culturali, e pur non fermandosi il fermento relativo alle mostre – diciassette quelle in programma per il 2016 – e le nuove collaborazioni con la Regione Lazio e Mini, urge trovare il successore.

L’incarico è rinnovabile e verrà assegnato fino al 31 dicembre 2017, con interruzione automatica dell’incarico qualora si verificasse una cessazione anticipata del mandato del Presidente. Per candidarsi è necessario avere:

una laurea specialistica o magistrale, ovvero, diploma di laurea conseguito secondo l’ordinamento didattico previgente al regolamento di cui al decreto del Ministro dell’università e della ricerca scientifica e tecnologica 3.11.1999, n.509, ovvero titolo di studio equivalente conseguito all’estero; particolare e comprovata qualificazione professionale nella direzione di musei, o comunque di istituzioni culturali, pubbliche o private, che abbiano tra le proprie finalità istituzionali la cura e la promozione delle espressioni artistiche contemporanee; adeguata specializzazione, comprovata da studi, ricerche, pubblicazioni ed altre esperienze in ambito nazionale e internazionale; adeguata esperienza sia in Italia che all’estero in attività di organizzazione e promozione delle espressioni artistiche contemporanee.

Il MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo è la prima istituzione nazionale dedicata alla creatività contemporanea ed è gestito da una Fondazione costituita nel luglio 2009 dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Il Direttore Artistico del museo Hou Hanru, in carica dal dicembre 2013, e fanno parte del museo di via Guido Reni 4A il MAXXI Architettura, diretto da Margherita Guccione, e appunto il MAXXI Arte.
Le attività del MAXXI vanno dalle mostre ai workshop, convegni, laboratori, spettacoli, proiezioni, progetti formativi. indicativi di un luogo che non vuole essere solamente di conservazione ed esposizione del patrimonio artistico ma che rivendica soprattutto un proprio ruolo nell’innovazione e sperimentazione culturale, oltre che «di studio, ricerca e produzione di contenuti estetici del nostro tempo». E la sede del MAXXI è già di per sé una spettacolare ed innovativa opera d’arte, essendo stata progettata da Zaha Hadid nel quartiere Flaminio di Roma.

Nello specifico, MAXXI Arte è un «museo del contemporaneo all’interno di un’architettura fuori dagli schemi, punto di partenza per una nuova pratica museografica che rompe con il passato, (…) che vuole essere interprete e portavoce delle sue differenti voci, consapevole che la contemporaneità, nazionale ed internazionale, ha forme diverse, radicate nel XX secolo e talvolta più indietro, (…) volto alla promozione dell’arte giovane e alla valorizzazione di quelli che possiamo considerare i suoi maestri, ricerche che hanno mosso i loro passi nel XX secolo ma non per questo non dialogano con il XXI».
Sono 13.500 i metri quadri di questo spazio espositivo che vuole essere non solamente un luogo per ospitare la sua collezione – attualmente circa 300 opere grazie ad acquisti, premi, donazioni e comodati – ma anche spazio sperimentale che vanta «una programmazione culturale multidisciplinare che comprende naturalmente l’arte ma anche il teatro, la danza, la musica, la moda, la grafica, il cinema, la pubblicità», in modo da rendere unica l’esperienza di quanti lo visitano, invitati «a scoprire una contemporaneità – che è anche temporale e spaziale – di eventi, esposizioni, performance».

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook