Le grandi esposizioni di expo in città

Le grandi esposizioni di expo in città

????????

MILANO- Per il 2015 il Comune di Milano propone un programma espositivo che racconta l’identità di Milano e dell’Italia attraverso 26 mostre.  Dall’arte antica fino alle espressioni del tempo presente, gli eventi presentano le opere e le esperienze dei più grandi artisti italiani come Giotto, Leonardo, Medardo Rosso, Raffaello, Hayez, le tendenze più innovative provenienti da ogni parte del mondo e le coniugazioni che i linguaggi dell’arte declinano sul tema dell’Esposizione: la nutrizione, la natura, l’incontro tra culture, il futuro della vita sul nostro Pianeta.

Comincia la GAM, dal 18 febbraio, con la mostra “Medardo Rosso. La luce e la materia”, dedicata a uno dei protagonisti della scultura internazionale vissuto a cavallo tra Ottocento e Novecento che ha trasformato il modo di fare scultura attraverso nuove tecniche e materiali. Il 17 giugno inaugura, invece, “Don’t shoot the painter”, una mostra che ripercorre dagli anni Sessanta a oggi i capolavori della UBS Art Collection.

A Palazzo Reale apre il 5 marzoGrowing roots”, retrospettiva che fa il punto sull’arte italiana degli ultimi quindici anni attraverso le opere dei 10 artisti vincitori del Premio Furla, dagli esordi a oggi; il 12 marzo inaugura “Arte lombarda dai Visconti agli Sforza”, mostra che analizza il fiorire delle arti e delle manifatture nel periodo delle dinastie Viscontea e Sforzesca tra Trecento e Quattrocento; dal 15 aprile parte la più grande esposizione dedicata a Leonardo mai ideata in Italia con dipinti, disegni e manoscritti provenienti da tutto il mondo; il 29 aprile arrivano, per la prima volta dopo 150 anni, i 20 arazzi cinquecenteschi commissionati da Cosimo I De’ Medici ad Agnolo Bronzino, Jacopo Pontormo e Francesco Salviati. L’estate di Palazzo Reale si anima, dal 22 luglio, con la mostra “Natura – mito e paesaggio nel mondo antico”, un percorso tra vasi dipinti, terrecotte votive, affreschi, oggetti di lusso che riproducono paesaggi, fauna e flora; il 25 agosto inaugura “La grande madre” che analizza l’iconografia e la rappresentazione della maternità nell’arte del Novecento con opere di oltre 80 artisti internazionali. Conclude il programma, il 2 settembre, la mostra “Giotto, l’Italia. Da Assisi a Milano”, un viaggio ideale sulle orme di Giotto nei primi decenni del Trecento attraverso circa 10 grandi capolavori del Maestro.

Il 26 marzo inaugura il Museo delle Culture con le mostre “Mondi a Milano”, dedicata al dialogo tra la città e i “mondi lontani”, e “Africa” che racconta con oltre 200 pezzi esposti l’arte africana dal Medioevo a oggi.

Castello Sforzesco propone da marzoGeorges Rouault, la grafica”, la più completa retrospettiva dedicata al lavoro grafico del pittore e fotografo francese, mentre a settembreD’Aprés Michelangelo” mostra che, attraverso alcuni disegni originali di Michelangelo, racconta il successo senza tempo di alcuni soggetti ripresi in diversi linguaggi e tecniche artistiche da altri Maestri.

La Pinacoteca di Brera partecipa al programma da agosto con “Il bacio di Francesco Hayez”, dipinto che diventa l’oggetto di un prodotto multimediale che propone la lettura iconografica, la genesi e il significato dell’opera entro il contesto storico, culturale e figurativo del secondo Ottocento milanese, nonché la sua fortuna critica. A ottobre la mostra “Perugino e Raffaello, lo Sposalizio della Vergine”, propone, per la prima volta in Italia dal Museo di Caen, lo Sposalizio della Vergine di Pietro Vanucci detto il Perugino a confronto con il capolavoro dell’allievo Raffaello.

L’arte contemporanea trova il suo contenitore ideale nel PAC che presenta da marzo la mostra sul lavoro del fotografo David Bailey e su i suoi ritratti fantasiosi degli ultimi cinque decenni, mentre a luglio apre “Jing Shen”, quadri, installazioni, performance, rituali, sculture e video che analizzano la specificità del gesto pittorico nella cultura cinese. Termina l’anno “Super Superstudio”, la prima retrospettiva in Italia dedicata al gruppo italiano di architettura radicale che ha influenzato il modo di progettare in tutto il mondo.

Il Museo del Novecento si arricchisce da maggio con capolavori provenienti dai maggiori musei di arte italiana del XX Secolo e dieci opere d’arte contemporanea donate dalla Associazione Collezionisti di Arte Contemporanea Acacia.

Palazzo Morando presenta da marzoBRASSAÏ, pour l’amour de Paris”, la storia di una passione che ha unito per più di cinquant’anni lo scrittore, fotografo e cineasta Gyula Halász, in arte  Brassaï (1899 – 1984) alla capitale parigina durante gli anni “folli” di Montparnasse.

Palazzo Moriggia inaugura il 22 aprile la mostra “Dal pane nero al pane bianco / 70° anniversario della Liberazione” che ricostruisce il quadro dell’alimentazione negli anni fra il 1935 e il 1945 in parallelo con le vicende che si riferiscono alla caduta del fascismo e alla Resistenza.

Nuova sede ideale per le mostre fotografiche, Palazzo Della Ragione avvia il suo programma a marzo con “Italia inside out”, mostra dedicata alle immagini, esperienze e visioni del nostro Paese attraverso il lavoro di fotografi italiani, prima, e internazionali poi e termina a ottobre con “Edward Burtynsky Watermark”, indagine del rapporto fra natura e industria e documentazione della portata e dell’impatto della produzione e del consumo delle risorse idriche nel mondo per stimolare una riflessione intorno all’importanza e alla centralità dell’acqua per l’uomo e per la terra.

Prosegue al Museo di Storia Naturale fino al 28 giugno la mostra interattiva “FOOD | La scienza dai semi al piatto”, che analizza i singoli elementi che arrivano ogni giorno nei nostri piatti svelandone tutti i segreti: dall’origine al piatto finito. Da giugno, invece, “Spinosaurus: il gigante perduto del Cretaceo”, la recente scoperta dello scheletro del più grande dinosauro predatore mai esistito nonché il primo dinosauro semi-acquatico che si conosca.

Infine, ma non ultimo, l’Acquario Civico, da maggio, attraverso disegni e stampe antiche, ricostruisce la narrazione degli studi e dei progetti di Leonardo da Vinci sull’acqua, nei sui aspetti fisici e dinamici

Il fitto programma si arricchirà delle molte esposizioni che le istituzioni private proporranno lungo il 2015 completando il progetto “Art” del palinsesto di Expo in città.

Tutti gli appuntamenti di Expo in città sono consultabili sul sito www.expoincitta.com.

Eleonora Franzoni

29 gennaio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook