Galleria Borghese, la perla dei musei romani

Nel cuore di Villa Borghese, sorge in tutto il suo antico splendore Galleria Borghese, uno dei musei più belli d’Italia contenente capolavori dal valore inestimabile.
La si può raggiungere facilmente, anche con i mezzi pubblici (metro A, fermata Spagna o Flaminio), sempre consigliabili non solo perché così si evitano traffico e difficoltà di parcheggio ma anche perché permettono di godere il panorama unico del Pincio nonché la natura di Villa Borghese che in questo periodo dell’anno è veramente fantastica.

Si accede nel museo dal seminterrato dove è d’obbligo lasciare, presso il guardaroba custodito, le borse, gli zaini e ogni altro tipo di ingombro. Ai fini della sicurezza è anche richiesto di tenere spenti i cellulari e di non fare foto alle opere d’arte. Ciò nonostante non manca mai chi sfugge alla sorveglianza e non curante del valore delle opere che si trova di fronte, le fotografa impunemente.
Il museo è molto frequentato da visitatori di ogni nazionalità quasi tutto l’anno, compresi i giorni lavorativi; è necessario, infatti, prenotare il biglietto (il giorno prima può esser sufficiente) in quanto le visite consentite quotidianamente sono a numero chiuso.
Ratto di ProserpinaIl pian terreno del palazzo è dedicato prevalentemente alle opere scultoree, il cui nucleo più importante risale al collezionismo del cardinale Scipione (1576 – 1633). Si articola in 8 sale nelle quali, accanto a innumerevoli sculture del XV – XVIII secolo,  sono state collocate le opere mozzafiato del Bernini, come il David, Apollo e Dafne o il Ratto di Proserpina, e il ritratto eseguito dal Canova di Paolina Bonaparte Borghese. Sono tutte opere che è possibile ammirare a 360 gradi tanto che è difficile dire quale sia l’angolazione migliore. Ammirando capolavori di questo livello è inevitabile chiedersi come abbia fatto l’autore a modellare il marmo in modo così superbo e creare così morbidi volumi e fluttuosi movimenti. Al pian terreno sono anche collocati alcuni famosi dipinti del Caravaggio quali il Giovane con il canestro di frutta, La madonna con il bambino e Davide con la testa di Golia.
Il primo piano è invece dedicato interamente alla pinacoteca dove sono collocate numerose opere di autori altrettanto illustri quali Raffaello, Tiziano o il Correggio ed è veramente emozionante ritrovarsi di fronte a capolavori che si è abituati a vedere solitamente sui libri di scuola o sulle riviste e goderne la bellezza dal vivo.
La Galleria Borghese è quel museo che ognuno di noi almeno una volta nella vita dovrebbe aver visto e gustato. Per questo motivo consigliamo ai nostri lettori, che vivono o  che sono di passaggio a Roma, di visitarlo assolutamente.

Galleria Borghese, Piazzale del Museo Borghese 5, 00197 Roma
Tel. 06 8413979
È obbligatoria la prenotazione del biglietto
Tel. 06 32810
Orari:
Lunedì chiuso
da Martedì a Domenica: dalle 8.30 alle 19.30


Maddalena Cetronio

14 marzo 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook