Nasce a Milano il progetto “Déclic”, un contenitore mobile di cultura e idee

Il progetto chiamato “Dèclic” nasce con la volontà di realizzare interventi artistici che presentino come comune denominatore la rapidità dell’esecuzione, intesa come velocità dell’evento che si sviluppa in un arco temporale minimo: un solo giorno, una singola serata, un singolo momento, con la stessa dinamica dello scatto fotografico, che deve essere immediato, perché solo un attimo dopo sarebbe già completamente diverso.

Dèclic è un laboratorio di idee, un atelier sperimentale, non nasce per essere considerato una galleria, o un white cube; per questa filosofia il progetto si avvale della fotografia, essa infatti, intesa nella sua accezione più ampia, presenta sicuramente il concept dell’immediatezza; in questo nuovo spazio i giovani artisti, italiani e non, possono andare in scena una volta al mese per un’intera
serata, mettendo in atto la propria performance personale.

Una data rilevante per il progetto sarà il 28 Marzo 2012, in occasione dell’inaugurazione di Dèclic gli artisti J&Peg si confronteranno in una performance, un teatro d’ombre dove la figura femminile attraversa le varie fasi della vita, un racconto dalla durata indefinita, dove le silhouettes abbandonano la tela per passare alle trasparenze del plexiglass.

Terminata la performance, le opere restano in permanenza due giorni e il laboratorio chiude fino  al prossimo evento, giusto come il tempo di un dèclic, e come per le foto delle istantanee, non ci saranno mai due eventi uguali.

Restano in aggiornamento le date e le locations dove il progetto prenderà vita, perchè il contenitore di idee resta in continuo movimento, vi terremo aggiornati…

Lucia Arezzo

24 febbraio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook