Al Museo del Novecento un intero piano dedicato all’artista Ozmo

Fino al 26 febbraio, la street art invade il museo del 900 a Milano in via Marconi 1; sono solo le vetrate a separare dalla strada  il primo piano dedicato all’artista Ozmo; molti passanti si fermano ad ammirare l’artista al lavoro all’interno del museo.

Ozmo lavora da giorni ad un originale e ambizioso progetto: spostare fisicamente lo studio dell’artista all’interno del museo, così da poter essere accessibile allo sguardo di tutti, creando una vera e propria performance dal vivo.

Conosciuto per i suoi maxi dipinti, è stata un’opportunità per l’artista lavorare in uno spazio di 42x 6 metri potendo così creare dei nuovi wall painting realizzati direttamente nello studio/vetrina; dal primo giorno della mostra sono stati distribuiti al pubblico degli stickers rappresentanti la firma dell’artista, il cui scopo è quello di personalizzare le pareti, per accrescere la presenza del visitatore o del semplice passante nell’opera stessa.

La scelta della location non è casuale, dato che il Museo ospita tutte le avanguardie storiche del 900; alla fine dell’esposizione verrà acquistata un’opera dell’artista, che entrerà così a far partedella collezione privata del Museo.

Ancora pochi giorni per ammirare questa incredibile performance dal vivo, senza spese, senza fila, senza biglietto, semplicemente passando per strada.

Lucia Arezzo

24 febbraio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook