“Edvard Munch: storia e attualità a 150 anni dalla nascita”

“Edvard Munch: storia e attualità a 150 anni dalla nascita”

MunchIn occasione all’anniversario di Edvard Munch il Teatro Verdi e il Museo del Novecento di Milano stanno preparando, in collaborazione con la Reale Ambasciata di Norvegia, una serie di eventi celebrativi. Tra di essi, il Convegno al Museo del Novecento, lo spettacolo teatrale “The Painter. Munch e Van Gogh, the scream of the sunflower” e una Rassegna di film sulla vita e le opere di Munch, e sulle mostre che la città di Oslo gli ha dedicato.

Simposio al Museo del Novecento
Il tutto comincerà il 17 dicembre con il simposio al Museo del Novecento, “Edvard Munch: storia e attualità a 150 anni dalla nascita”, in cui gli storici dell’arte norvegese Mai Britt Guleng, e Nils Ohlsen che hanno curato le due mostre “giubilari” a Oslo, interverranno insieme all’italiano Alessandro Botta e alla direttrice del Museo del Novecento  Marina Pugliese.

 La critica e storica dell’arte Francesca Pasini è la coordinatrice di questo evento.
Leggere oggi l’opera di Munch porta a riflettere sui grandi temi che hanno attraversato i cambiamenti della coscienza e del comportamento. Munch li ha visti con anticipo rispetto alla sua generazione, qui sta la sua grandezza. Ne ha tratte delle figure che tuttora condensano le scoperte di quei decenni quando nasceva la psicoanalisi, il voto per le donne, la fisica quantistica.
Il convegno si prefigge di raccontare la storia, la vita, e l’attualità dell’opera di Munch.

Lo spettacolo The Painter
In collaborazione con direttore artistico del Teatro Verdi, Giordano Sangiovanni, e il IF Festival Internazionale di Teatro e Figura, il 18 e 19 dicembre verrà rappresentato lo spettacolo teatrale The painter, una messa in scena delle vite di Munch e Van Gogh. The Painter. Munch e Van Gogh, the scream of the sunflower.
Jo Strømgren
, produttore e artista norvegese, ha realizzato attraverso un forte segno di Teatro di Figura un’esplorazione spettacolare  problematica quasi a manifestare quella complessità che i due personaggi hanno prodotto nel corso della loro vita e della loro arte.
Lo spettacolo è un eccezionale atto unico dove Munch e Van Gogh si incontrano e raccontano la loro vita e la loro idea dell’arte. In un popolare show televisivo i personaggi storici tornano a vivere. I due protagonisti raffigurati da originali pupazzi “portati”, in una simbiosi con le attrici che li muovono/animano, sono attorniati da personaggi che fanno rimbalzare la storia e i traumi del Novecento ai giorni nostri.
Il giorno 19 dicembre la rappresentazione sarà preceduta, alle 18,30 dalla conferenza del Politologo Giorgio Galli,  Munch e l’energia oscura, che situa la sua opera all’interno delle invenzioni  sociali, scientifiche, politiche  negli anni della “Seconda Guerra dei Trentanni:  1915 1945”, e all’interno dei drammi che ne sono derivati.
Rassegna di film
La vita di Munch sarà ulteriormente presentata tramite uno sguardo “filmatico”. Una raccolta complessa di film vi aspetterà nei locali prestigiosi della Fondazione Cineteca di Milano.  I film sono stati prodotti a partire dagli anni ’50 fino al 2013  e mostrano diversi punti di vista, diverse storie, diversi autoritratti, tutto creato nel grande interesse per la vita e le opere del genio dell’arte espressionista, Edvard Munch.

di Rossana Agnolin

11 novembre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook