Regali di Natale, ma con calma

Regali di Natale, ma con calma
https://www.intoscana.it/it/articolo/5-libri-toscani-per-natale-un-regalo-letterario-sotto-lalbero/

Natale è stress. La si può girare in mille modi differenti, ma questa maledetta festività invernale si è trasformata lentamente e inesorabilmente in una valigia piena di ansia e fretta, per chiunque si approcci a quel fenomeno tremendo che cosa i regali da fare per chiunque.

Estremizzare? Certamente, ma esprimendo questa equazione nella realtà dei fatti non ci si allontana tanto dal sentimento comune (errato) che accomuna una buona fetta di esseri umani.

Si spende, ci si arrabbia perché li si fa in ritardo (sempre), le idee sono sempre meno perché siamo tutti così egoisti da non avere nemmeno più il tempo di riflettere su cosa potrebbe piacere ad un’altra persona, quindi si finisce spesso per fare dei pensieri, talvolta poco originali che non riescono a soddisfare nemmeno chi li compra.

La riscoperta del piacere nella ricerca di un’idea: non solo per i regali di Natale, ma in generale per qualsiasi attività che essere umano svolga.

Nell’ottica del regalo, cercare qualcosa che scaldi il cuore, che faccia aprire un sorriso sul viso di chi spacca la carta del pacchetto.

Magari che sia anche qualcosa che lasci un ricordo, un messaggio, che regali un’emozione.

Cosa dunque presenta tutte queste caratteristiche e molte altre? Fuori da ogni dubbio, qualsiasi cosa abbia a che fare con la cultura, la letteratura.

Libri prima di tutto, ma anche e soprattutto regali letterari, che ruotino intorno o che abbiano a che fare con la parola scritta.

Un piccolo elenco di consigli culturali (e non solo) che forse posso guidare anche le persone più in difficoltà e con scarse idee, per un Natale pieno di parole stampate.

Donato Carrisi “La casa delle voci”: l’ultima opera uscita da poco in libreria, pronta a sconvolgere le menti dei lettori con un nuovo personaggio.

Pietro Gerber non è uno psicologo come gli altri. La sua specializzazione è l’ipnosi e i suoi pazienti hanno una cosa in comune: sono bambini.

Spesso protagonisti di eventi drammatici o in possesso di informazioni importanti sepolte nella loro fragile memoria, di cui la polizia si serve per le indagini.

Il suo nuovo paziente non è però un bambino in tenera età, ma è una donna adulta che si chiama Hanna Hal, la quale è tormentata da un ricordo legato alla sua infanzia. Un omicidio.

Tè letterari, le bevande calde ispirate ai libri: accompagnare un buon romanzo ad una tazza calda di tè? Sembra quasi di dipingere un quadro, nella quale si crea un’atmosfera magica e rilassante.

Su ww.etsy.com è possibile trovare una vasta gamma di tè che seguono questa linea, e ce n’è davvero per i gusti più particolari (sia di palato, che letterari): quello ispirato ai romanzi di Agatha Christie, quello più dolciastro che ricorda tanto il Cappellaio Matto di Alice nel paese delle meraviglie, quello caldo e avvolgente alla BurroBirra ispirata ai vari romanzi di Harry Potter..

Che magari ci scappi anche un libro insieme alla bevanda?

Luce notturna per lettori: la meraviglia di potersi coricare nel proprio letto, distendere le gambe, aprire il libro che si ha sul comodino e leggere fino a quando gli occhi reggono aperti.

Questo è stupendo fino a quando la luce non disturba magari chi dorme a fianco a noi, perché si sa i lettori sanno essere estremamente egoisti, soprattutto quando si immergono dentro le pagine di un romanzo.

Ma online è possibile trovare qualsiasi cosa, anche una luce Led (il cui funzionamento va a pile), che viene semplicemente appoggiata sulla pagine del libro e la illumina senza infastidire gli occhi di chi legge e quelli di chi dorme.

Hoppipolla Box: e se invece di un singolo pezzo, fosse possibile avere una scatola piena di piccoli pensieri letterari a sorpresa?

Per stupire e non annoiare mai, sul sito www.hoppipolla.it è possibile regalare l’abbonamento a questa scatola culturale e sempre più particolare, mensile o annuale a seconda delle proprie disponibilità.

Per accontentare anche chi non vuol ricevere un semplice libro da grande distribuzione, ma ad esempio qualcosa di nuovo e spiritoso.

Magliette letterarie: e se dei libri proprio non ne vogliamo sapere e non ne vogliamo comprare, si può pensare ad una t-shirt semplice e adatta per qualsiasi età.

Sul sito www.outofprint.com c’è una lista lunga e variopinta di diverse magliette che riportano non solo alcune citazioni letterarie, ma si spazia anche verso le serie tv e il mondo del cinema.

Insomma, le idee indubbiamente non nascono sotto i cavoli, ma con un po’ di pazienza e di un piccolo aiuto c’è sempre la possibilità di regalare qualcosa di originale e di inaspettato. Indubbiamente il Mondo Letterario offre moltissimi spunti, basta solamente saperli cogliere.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook