A Londra, un’installazione immersiva ti farà perdere tutti i riferimenti

A Londra, un’installazione immersiva ti farà perdere tutti i riferimenti
@ "Memory Palace" d’Es Devlin, (© Peter Mallet)

L’artista Es Devlin invita il pubblico a gettarsi nel passato per proiettarsi nel futuro.

Al Manor&Gallery Pitzhanger di Londra, l’artista interdisciplinare Es Devlin presenta Memory Palace, un’installazione immersiva in cui il pubblico può tuffarsi in quello che rappresenta un modello dei momenti chiave della storia umana. L’artista britannico collega spazio e tempo, letteralmente.

Memory Palace, il titolo dell’installazione, fa riferimento al concetto mnemonico di “palazzo della memoria” o “tecnica dei loci”, che consente di memorizzare elenchi di elementi suddividendoli e associandoli a luoghi o spazi diversi (per esempio, per ricordare una lista della spesa, penso alla strada da casa al mercato: la soglia della porta sono i cetrioli, la prima fermata dell’autobus la associo ai cereali, l’ingresso del parco al riso, ecc. ).

“Memory Palace” d’Es Devlin, (© Peter Mallet)

Posizionare, come fa Es Devlin, i momenti in un Palazzo della Memoria permette loro di non sprofondare nell’oblio.

L’installazione riporta “la stanza in cui Confucio scrisse la sua regola d’oro, la torre polacca in cui Copernico disegnò la prima mappa eliocentrica dell’universo nel 1543, la casa in cui Mary Wollstonecraft ha scritto A Vindication of the Rights of Woman, la strada dell’Alabama in cui Rosa Parks ha rifiutato di cedere il posto nell’autobus, nonché i gradini del Riksdagshuset, la sede del parlamento svedese davanti alla quale Greta Thunberg ha iniziato lo sciopero scolastico per il clima nel 2018 “.

“Memory Palace” d’Es Devlin, (© Peter Mallet)

Es Devlin presenta un’installazione grandiosa che, col suo bianco brillante e il soffitto di specchio, disorienta, incanta e ipnotizza i visitatori. Nel ripercorrere millenni di storia – l’opera inizia con le grotte sudafricane in cui sono stati trovati disegni di uomini preistorici – vuole ispirare una riflessione sul nostro futuro: “Per me, il passaggio più urgente e importante è alla fine di questo atlante cronologico, nel presente: questo è il cambiamento attuale che stiamo vivendo, che ci fa rivalutare le nostre abitudini alla luce della crisi climatica. Spero che, circondato dalle tracce di questi salti immaginari attraverso la storia, il pubblico sentirà la possibilità che la nostra specie possa raggiungere di nuovo una importante trasformazione della prospettiva collettiva”.

Memory Palace, l’installazione progettata da Es Devlin è visitabile al Pitzhanger Manor&Gallery fino al 12 gennaio 2020.

FdA

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook