Art&Calligraphy

Art&Calligraphy
@ Olga Kovalenko - “Rise”, Photo: www.behance.net/olga_kovalenko

#1 Calligrafia e ricamo si fondono nelle lettere di Olga Kovalenko

Olga Kovalenko ha studiato design della tipografia alla Moscow State University of Printing Arts e ha proseguito gli studi di calligrafia con Evgeniy Dobrovinsky.

Olga Kovalenko  –  “Rise” dettaglio, Photo: www.behance.net/olga_kovalenko

Ora, evocando lo stile della calligrafia libera e informale, la Kovalenko replica ogni granello di “inchiostro” in punti cuciti su stoffa, accurati e minuscoli.

La sua calligrafia ricamata gioca con le nozioni del tempo e del gesto.

Secondo l’artista: “l’idea principale di questo progetto è quella di collegare due arti: una parte veloce (la calligrafia espressiva) e una lenta (il ricamo a mano). Ti fa pensare all’inganno del tempo”.

#2 Esercizi di calligrafia 3D di Tolga Girgin

Il graphic designer (e ingegnere elettronico) di Istanbul Tolga Girgin sperimenta forme calligrafiche 3D. Utilizzando l’ombra e la prospettiva riesce a illudere che le lettere si stiano sollevando dalla pagina.

Tolga Girgin, Photos: www.tolgagirgin.art

Girgin utilizza infatti diverse forme di prospettiva per creare lettere tridimensionali che fluttuano, si alzano, gocciolano o si inclinano.

L’effetto è sorprendente: le lettere, i loghi, le parole o le figure sembrano rannicchiarsi e librarsi appena sopra la pagina del suo sketchbook.

#3 Calligrafia araba creata dalla luce di Julien Breton

L’artista Julien Breton alias “Kaalam” è un maestro di photographic light painting: trasforma i gesti del corpo, che ricordano i movimenti della danza, in invisibili pennellate di calligrafia araba.

Julien Breton –  Fraternité, Photography by Cisco Light-painting   – www.kaalam.fr

Breton lavora in ambienti urbani appartati e su appositi fondali architettonici: esegue movimenti precisi che si traducono nell’animazione di una calligrafia araba sia astratta che letterale. Con le sue ampie scie, i suoi anelli e i punti diacritici, è difficile immaginare un’altra lingua più adatta alla trascrizione del movimento in lingua scritta.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook