Le storie d’amore che hanno cambiato il mondo: Dom Pedro e Inès De Castro

Le storie d’amore che hanno cambiato il mondo: Dom Pedro e Inès De Castro
Di Flávio de Souza - Opera propria, Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org

Esistono coppie che nel corso della storia hanno lasciato un segno forte quasi quanto i sentimenti e le passioni che li travolgevano, coppie che hanno giocato un ruolo importante in molti avvenimenti mondiali come le guerre. Frammenti che compongono l’universo e che sono uniti tra loro; basta modificarne uno perché tutti quelli a esso collegati risentano di tale cambiamento.

Come può una storia d’amore lasciare il suo segno nella storia?

Prendete come esempio Pietro I, principe del Portogallo e poi re, ed Inès De Castro, figlia illegittima di Pedro Fernàndez de Castro, signore di Monforte de Lemos e Sarria.

Pietro, nel 1339 fu promesso sposo da suo padre, Alfonso IV, a Costanza Manuel, principessa di Castiglia, per unire ancora per un’altra generazione le due famiglie e mantenere la pace. Proprio durante il matrimonio dei due, Dom Pedro vede e si innamora subito della dama di compagnia della moglie, Ines De Castro. La coppia si ama sin da subito, al punto che Dom Pedro non riesce a nascondere del tutto la sua relazione extraconiugale. Il matrimonio con Donna Costanza viene comunque consumato e la donna riesce a partorire tre bambini: Luis, che morì poco dopo esser nato; Maria, che sposerà Ferdinando d’Aragona; Ferdinando, l’erede al trono. Donna Costanza però, partorendo il suo terzo figlio, Ferdinando, perde la vita.

Da quel momento Dom Pedro decide di vivere liberamente la sua storia d’amore con Inès ed allo stesso tempo, infatti, anch’ella partorisce dei bambini, tra cui anche dei maschi.Tutto questo però viene visto male dal re Alfonso IV e dai suoi consiglieri, Pacheco e Cohelo, che vogliono far esiliare la donna. Pedro, folle d’amore, minaccia il padre di seguirla nel caso in cui lo avessero fatto, così viene raggiunto il patto di allontanarla dalla reggia per mantenere il buon nome.

Inès quindi viene allontanata e la relazione con Dom Pedro continua a gonfie vele, tant’è che i due si sposano in gran segreto. Dopo cinque anni, il re viene a conoscenza del matrimonio dei due ed nel frattempo Ines ha partorito figli maschi che potevano mettere a rischio l’eredità del principe Ferdinando che si presentava debole e malaticcio. Il re ed i suoi consiglieri decidono di trarre la donna in un’imboscata. Approfittando dell’assenza di Pedro, essi si recano al Santa Clara dove viveva la donna con i suoi figli. Vedendolo, Inès implora pietà per sé e per i suoi figli ed il re, impietositosi, decide di lasciarla vivere, ma i due uomini le si gettano contro e la accoltellano varie volte uccidendola.

La morte di Inès scatena l’ira di Pietro contro il padre che scagliandogli contro l’esercito darà inizio ad una guerra civile che rischia di devastare l’unità del Portogallo. Al termine della breve guerra civile, Alfonso muore con la consapevolezza di essere odiato dal figlio. Pedro diventa quindi re del Portogallo. Una volta salito sul trono scopre che i due consiglieri complici del padre erano fuggiti durante la guerra, ma voglioso di vendetta decide di perseguitarli e ucciderli. Rese poi ufficiale il matrimonio con la sua defunta Ines, facendone riesumare il corpo per incoronarla e seppellirla in una tomba nel monastero di Alcobaca, dove poi fu sepolto lui stesso.

In sostanza, se il folle amore di Dom Pedro per Inès De Castro non si fosse concluso con l’assassinio di quest’ultima, Alfonso IV e suo figlio non si sarebbero scontrati in una guerra che fu sul punto di devastare il Regno del Portogallo.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook