Arte e Natura #1: Site specific installation. Cattivissimi troll di legno invadono una foresta nel nord dell’Illinois

Arte e Natura #1: Site specific installation. Cattivissimi troll di legno invadono una foresta nel nord dell’Illinois

L’artista danese Thomas Dambo ha portato i suoi orchi – giocherelloni e kid-friendly – al Morton Arboretum vicino a Chicago, nell’Illinois.

I sei “personaggi”- istallazioni site-specific – vanno da Joe the Guardian, che controlla la vicina autostrada, a Sneaky Socks Alexa nascosta tra gli arbusti. Queste grandi creature, che sembrano uscite da un libro di fiabe, sono state costruite usando legno di recupero: alberi e rami caduti, pallets dismessi e casse da imballaggio. Ognuna giganteggia da quasi dieci metri di altezza, con Little Artur, disteso per terra, lungo oltre diciotto metri.

L’opera, intitolata “Troll Hunt”, segna la prima esposizione su larga scala di Dambo negli Stati Uniti, ma l’artista non è nuovo a questo tipo di progetti: dei Giganti Gentili sono nascosti nelle foreste di Copenaghen, città natale di Thomas Dambo.

Utilizzando una mappa del tesoro, i visitatori possono scovare “The Six Forgotten Giants”, ad ognuno dei quali è abbinata ad una poesia che descrive un po’ della loro personalità.

Tutte queste creature giganti sono state realizzate sempre con legno riciclato – tra cui 600 pallet, un capannone e una vecchia recinzione-, materiale messo insieme da Dambo e dalla sua squadra.

Per ringraziare i volontari del posto che lo hanno aiutato ad costruire le opere, Dambo ha chiamato ogni scultura col nome di uno dei suoi collaboratori .

Continuando a lavorare su opere di grandi dimensioni, l’artista finora ha completato 25 sculture in legno riciclato in poco meno di tre anni.

Ma dal 2006, Dambo e il suo team hanno anche costruito più di 3.500 casette per uccelli, sempre con legno riciclato e verniciate, addossate alle abitazioni, raggruppate sui pali della luce o tra i rami degli alberi.
“Happy City Birds”, è un progetto artistico family-friendly a metà strada tra street-art e coinvolgimento della comunità.

Una grande parte delle sue opere sono presenti in Danimarca, ma se ne possono trovare anche a Berlino e Beirut!

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook