Roberto Bolle and Friends | Due date straordinarie, in tutti i sensi

Roberto Bolle and Friends | Due date straordinarie, in tutti i sensi

Rubate al fittissimo calendario di Roberto Bolle, due date straordinarie, per venire incontro alle richieste sempre più pressanti di assistere ai suoi spettacoli.

In via eccezionale un cast come sempre di grandi stelle della danza verrà composto per il 30 e il 31 di gennaio per i due Gala previsti al Teatro degli Arcimboldi di Milano.

Classe 1975, Roberto Bolle ha superato da tempo la soglia dei 40 eppure ancora adesso non si ferma mai.
Orgoglio italiano, è il primo ballerino al mondo a essere contemporaneamente Étoile del Teatro alla Scala di Milano e Principal Dancer dell’American Ballet Theatre di New York.
Oltre ad essere tuttora il migliore, il nostro Superman ha anche un cuore d’oro.
Nel 1999 diventa “ambasciatore di buona volontà” per l’UNICEF, per la quale partecipa a un viaggio effettuato nel 2006 nel sud del Sudan e a uno nel novembre del 2010 nella Repubblica Centrafricana. Il 1º aprile 2004, in occasione della Giornata mondiale della gioventù, balla sul sagrato di piazza San Pietro (Vaticano) al cospetto di Giovanni Paolo II. Dal 2007 collabora con il FAI e nel marzo 2009 è stato nominato “Young Global Leader” dal World Economic Forum di Davos. Dal 2012 è Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana. Insomma, bello, buono e inarrestabile.

Il “Roberto Bolle and Friends” è un format che piace moltissimo al grande pubblico. Lo spettacolo regala sempre grandi sorprese, mescolando un repertorio classico ad una sperimentazione contemporanea e pop.
Il format del gala nasce intorno al 2000, per desiderio dello stesso Bolle, con lo scopo di portare la grande danza in luoghi solitamente non raggiunti da questa forma d’arte.
Dal 2008 il successo è stato enorme in tutto il mondo, dal sagrato del Duomo di Milano a Piazza del Plebiscito a Napoli, da Piazza San Marco a Venezia alla Valle dei Templi di Agrigento, dal Giardino di Boboli a Firenze, al New York City Center.

Non rimane che accaparrarsi uno degli ultimi biglietti in vendita e prepararsi a cominciare l’anno nuovo con la bellezza e pulizia dell’arte più elegante che il teatro offre.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook