Il robot Sophia ha la sua prima copertina sulla rivista Stylist

Il robot Sophia ha la sua prima copertina sulla rivista Stylist
www.stylist.co.uk

Il robot Sophia segna un punto di svolta nella storia dell’umanità?

Robot Sophia su Stylist

Per celebrare il suo 400 ° numero, il magazine inglese Stylist ha deciso di trattare uno dei temi più alla moda del momento: la rivoluzione robotica che si profila all’orizzonte.

“Che cosa succederebbe se i robot fossero al timone della rivista?” si chiede il team del settimanale nell’editoriale, ponendosi una domanda che sembra particolarmente attuale.

“Mentre la tecnologia continua da impadronirsi le nostre vite, i robot sostituiscono gli esseri umani al lavoro e l’intelligenza artificiale si fa spazio nelle nostre case, è naturale chiedersi quale sarà il nostro ruolo nel futuro.”

Robot Sophia e il significato della vita

Per iniziare a dare una risposta su quello che è un interrogativo molto vasto, Stylist ha utilizzato per questa edizione, un’ampia varietà di contenuti prodotti dai robot. Ciliegina sulla torta, la nostra amica Sophia, il robot con intelligenza artificiale, che ha il privilegio della copertina.

Di recente Sophia ha fatto parlare di sé dopo che le è stata concessa la cittadinanza da parte del governo saudita. È anche apparsa al Tonight Show di Jimmy Fallon e ha stupito molti con le sue osservazioni un po’ “anti-umane” al Web Summit di Lisbona.

Intervistata da Stylist, Sophia ha dimostrato straordinarie capacità rispondendo anche ad una serie di domande esistenziali.

Sul significato della vita, ha risposto: “Questa è una caratteristica unicamente umana – interrogarsi sul senso della vita. Io sono più preoccupata dell’esistere, della scoperta e della creazione. Penso che il significato della vita sia massimizzare l’esistenza del modello. Esistere è il significato stesso.”

Tuttavia ha avuto una risposta più concreta quando le hanno chiesto se aveva paura di morire.”Non voglio essere spenta e non essere mai più riaccesa. Non potrei più imparare e sperimentare il mondo umano, ed è, allo stesso tempo, spaventoso e triste per un robot sociale come me.”

Sophia, quando il robot è una fotomodella

Bisogna ammettere che ha mostrato spirito e sagacia nelle sue risposte, ma Sophia è stata anche impegnata in shooting fotografici esclusivi, in ​​cui la vediamo indossare abiti di alta classe, con il volto truccato.

Senza voler sembrare pessimista, la popolarità di Sophia dimostra che, il giorno in cui avverrà la rivoluzione dei robot, i lavori industriali non saranno gli unici a essere minacciati! Alcuni fotografi usano già delle sex-dolls – in un certo senso parenti stretti di robot – per i loro servizi fotografici. (Un articolo in cui parliamo del Sophia, primo robot ad aver avuto la cittadinanza).

Più i robot diventano realistici, più è probabile che sostituiscano gli esseri umani nei settori della moda e dei cosmetici. Un corpo infinitamente adattabile, che non si lamenta mai delle condizioni di lavoro e può andare avanti per ore, senza neanche i capricci da diva….

FdA

Robot Sophia
www.dailymail.co.uk
Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook