Referendum – in Abruzzo affluenza in linea con il dato nazionale con vittoria schiacciante dei si

di Patrizia Tarli

Si pone quasi in corrispondenza con il dato nazionale quello dell’affluenza in Abruzzo, che si attesta attorno al 57% – di certo c’è che è stato ampliamente superato il quorum necessario affinché il referendum sia valido.

I dati relativi al quesito numero 1 – riguardante le modalità di affidamento e gestione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica – registrano una percentuale di affluenza molto elevata nella Provincia di Chieti, con il 59,88% dei votanti, mentre come capoluogo di Provincia si distingue Teramo che fa registrare una percentuale del 59,84%.

Nel capoluogo abruzzese l’affluenza si è attestata attorno al 54,77%, che diventa il 54,29% facendo riferimento all’intera Provincia dell’Aquila.

 

Per ciò che attiene, invece, alle percentuali dei si e dei no – dalle prime proiezioni si registra una vittoria schiacciante dei si, con percentuali che oscillano tra il 96,27% di Teramo e il 96,62% di Chieti per il primo quesito, tra il 97,12% di Chieti e il 96,69% di Teramo per il secondo quesito.

I si vincono anche al terzo e quarto quesito con una percentuale che supera ancora il 90%  – in relazione al terzo quesito il dato più alto sempre nel chietino con il 95,93%, stessa percentuale leggermente più bassa per Teramo e Pescara, ancora leggermente meno nel capoluogo di Regione. Plebiscito di si anche per il quarto quesito, con percentuali che oscillano tra il 95,86% di Chieti e il 95,07% dell’Aquila.

“Una valanga di si! Grande vittoria della democrazia, il quorum è stato superato anche grazie all’operato dei Comitati abruzzesi pro-referendari costituitisi spontaneamente sul territorio, a tutto il mondo dell’associazionismo laico e cattolico; e all’impegno e volontà degli italiani e degli abruzzesi” – è stato il commento di Legambiente sui primi risultati del Referendum

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook