WMF Startup Competition: quando le idee diventano imprese

WMF Startup Competition: quando le idee diventano imprese

Mancano ormai pochissimi giorni all’apertura della 5° edizione del Web Marketing Festival, uno degli appuntamenti dedicati al mondo del marketing digitale più interessanti del panorama nazionale. Un’occasione unica per studenti, appassionati, professionisti e aspiranti tali che al festival potranno formarsi ma anche incontrarsi e confrontarsi su tutti gli aspetti del web marketing.

E questo è proprio uno degli aspetti più interessanti del WMF 2017, il fatto che si tratti di un luogo di scambio per addetti ai lavori in cui fare pubbliche relazioni ma anche uno spazio di crescita e opportunità per chi vuole entrare a far parte di questo settore, o di chi ci ha già compiuto i primi passi. Al Web Marketing Festival, infatti, gli aspiranti web marketers possono presentare la propria attività e le proprie idee e ricevere un feedback utile e professionale.

Per questa edizione 2017 è stata lanciata una call per la startup competition più grande d’Italia, un invito a cui hanno risposto in moltissimi presentando ben 300 progetti diversi. Di questi progetti, italiani e internazionali, solo sei avranno la possibilità di essere presentati al Palacongressi di Rimini, dove saranno valutati da una eccezionale giuria composta da investitori ed esperti digitali provenienti da realtà del calibro di Amazon, LVenture Group, LUISS ENLABS, Digital Magics, IBAN, Aruba e Microsoft.

I sei finalisti che vedremo a Rimini il 23 giugno sono: Watly, Tutored, Wenda, TOMMI, deSwag e Paladin. Sei realtà provenienti da ambiti diversi, che vanno dal green al food e dal recruitment all’healthcare, che si sono fatte notare per competenza, concretezza e potenzialità di business. Tre minuti a disposizione per raccontare un’idea e le sue potenzialità e convincere la giuria.

Le sei startup avranno modo di presentare i propri progetti nella Sala Plenaria del festival ma anche ad alcuni dei candidati non arrivati in finale sarà riservata una grande opportunità: potranno illustrare le proprie idee in una sala creata appositamente, la Sala Startup, nell’arco di sei sessioni tematiche.

Questa quinta edizione conferma dunque l’attenzione che il WMF riserva alle potenzialità delle nuove leve, all’opportunità di trasformare delle idee innovative in imprese a tutti gli effetti, realtà capaci di incidere concretamente nella nostra vita. Il coinvolgimento delle 36 startup nell’ambito del festival è un chiaro segno di lungimiranza e di sguardo rivolto al futuro, ed è infatti lo stesso chairman del Web Marketing Festival, Cosmano Lombardo, a sottolineare: “la nostra volontà è quella di creare una reale opportunità per il rinnovamento, l’internazionalizzazione e il rilancio socio economico del nostro Paese”.
Per scoprire cosa ci riserva il futuro del digitale non ci resta che ascoltare le nuove proposte e conoscere la più promettente.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook