La Lazio spreca, il Milan ringrazia: 1-1 all’Olimpico

La Lazio spreca, il Milan ringrazia: 1-1 all’Olimpico

La Lazio sciupa tantissime occasioni e si fa raggiungere dagli avversari nel finale. Un pareggio che ha il sapore della sconfitta per i biancocelesti e della vittoria per i rossoneri sempre ad un passo dal possibile doppio passivo. Partita gradevole tra due formazioni che lottano per lo stesso obiettivo ma che mostrano due caratteri diversi: la Lazio è più e più squadra ma non sa farsi valere fino in fondo, il Milan è più approssimativo in campo ma ha la capacità di soffrire e la cinicità giusta per uscire sempre con un bottino in tasca. La corsa all’Europa è ancora aperta.

Rigore dubbio- Tantissime occasione nel primo tempo, la maggior parte di marca biancoceleste, ma è la parità in campo a farla da padrona fino al primo ed ultimo minuto di recupero che sancisce la designazione di un calcio di rigore che porta Biglia a realizzare la signatura del momentaneo vantaggio. Prima di questo episodio, molto dubbio e che porta Donnarumma, sempre pacato e leale, a scagliarsi contro il giudice di porta, si registrano diverse occasioni che rendono la prima frazione gradevole ed energica. Keita è scatenato e libera subito un destro da fuori area che impensierisce l’estremo difensore rossonero, gli avversari non restano a guardare e provano a rispondere con Suso. Si esalta Donnarumma che neutralizza una conclusione di Hoed da pochi metri di distanza, ancora l’erede di Buffon si esalta su diverse conclusioni da parte di Anderson e Immobile. Verso la mezz’ora si vede il Milan che con Deulofeu supera la trequarti e serve Ocampos, provvidenziale l’intervento di Strakosha. Si arriva al minuto 46: Immobile in progressione scarta Donnarumma in uscita, l’attaccante laziale viene atterrato (non dal portiere ma da un difensore rossonero), dal dischetto Biglia calcia forte e angolato. Vantaggio Lazio e squadre al riposo.

Il Milan la pareggia- La seconda frazione farebbe pensare ad un raddoppio dei padroni di casa, la realtà è che il Milan nei minuti finali la riprende con un’azione personale di Suso. Partono forti i biancocelesti con uno scatenato Anderson che sulla fascia destra supera con facilità uno spaventato e accorto Vangioni. Il brasiliano si presenta pi< volte sul fondo servendo assist importanti per i propri compagni che, però, non sfruttano l’occasioni: è il caso di Milinkovic che arriva un secondo in ritardo all’appuntamento con una sfera servita forte e bassa. Lo stesso Anderson prova la conclusione personale che però termina di poco fuori. Il Milan si vede dalle parti di Strakosha principalmente con Ocampos che chiama a due interventi il sostituto di Marchetti. Il Milan recrimina un penalty per un fallo di Lulic su Abate, per Damato è tutto regolare. Ancora Milan e, stavolta, è Pasalic ad impensierire la retroguardia laziale con un tiro facile preda del portiere. Immobile sfiora il raddoppio con un tiro intervettato da Donnarumma. Il Milan approfitta della sterilità offensiva avversaria e punisce con Suso che, in area, supera i diretti avversari e conclude a giro sul secondo palo dove strakosha non può nulla. Pareggio rossonero e gara che si conclude sul risultato di 1-1.

Meritano 2duerighe

Suso. Non una splendida partita, la difesa laziale lo obbliga a giocare lontano dall’area e sempre di spalle, ma un’ottima giocata. Vale il pareggio che ha il sapore della vittoria e che consente di restare vicina alla zona Europa.

Immobile. Si sacrifica, come sempre, generoso e lottatore. Conclude in porta molte volte ma non è mai incisivo, manca ancora quella spietatezza che lo aveva contraddistinto ad inizio stagione.

Tabellino

LAZIO-MILAN 1-1

LAZIO (4-3-3) Strakosha, Basta, De Vrij, Hoedt, Radu (86′ Patric), Parolo, Biglia, Milinkovic, Anderson (86′ Lombardi), Immobile, Keita (64′ Lulic). All. S. Inzaghi

MILAN (4-3-3) Donnarumma, Abate, Zapata, Gomez, Vangioni, Poli (77′ Mati), Locatelli (52′ Sosa), Pasalic, Suso, Deulofeu, Ocampos (62′ Lapadula). All. V. Montella.

Arbitro: Damato (sez. Barletta)

Marcatori: 45′ rig. Biglia (L), 85′ Suso (M)

Ammoniti: Vangioni (M), Radu (L), Mati (M), Milinkovic (L)

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook