Scienze Naturali Logo
Edizioni Locali:

Il Milan sprofonda a Malaga, decide Joaquin

La partita del riscatto si trasforma nella terza sconfitta consecutiva per il Milan che cade anche a Malaga, uno stop che sommato al successo dello Zenit complica il cammino dei rossoneri in Europa.

Allegri cambia tutto e schiera il 3-4-3, fuori Bojan e Boateng, senza De Jong e Abbiati ancora acciaccati, il tecnico rossonero sceglie Pazzini in avanti con El Shaarawy ed Emanuelson.

Il Malaga invece scende in campo con un prudente 4-4-1-1 con Joaquin pronto ad ispirare Saviola unico terminale offensivo.

Inizio di gara sostanzialmente equilibrato, ritmi bassi e molti errori di misura. Lo spettacolo non c’è ma il Milan prova a spaventare Caballero con due conclusioni dalla distanza con Montolivo e Pazzini su punizione.

 

La supremazia territoriale dei padroni di casa è sterile ed è proprio il Milan a sfiorare il vantaggio alla mezz’ora: Pazzini serve in profondità Emanuelson che di prima intenzione serve al centro El Shaarawy il quale è bravo ad anticipare il marcatore ma non inquadra la porta.

Gli andalusi reagiscono poco dopo con Isco che tenta due volte il destro ad incrociare da fuori ma Amelia è reattivo e devia.

Sul finire della prima frazione Gamez si incunea in area e viene leggermente spinto da Constant, per Proença è rigore. Dal dischetto Joaquin sciupa tutto scheggiando la traversa.

In avvio di ripresa è ancora il Malaga a tenere il pallino del gioco anche se non si rende mai pericoloso fino al 64’ quando gli andalusi trovano il gol al primo affondo. Iturra, il migliore in campo, serve con un pallonetto filtrante Joaquin che scappa ad Acerbi e beffa sul primo palo Amelia per l’1-0.

I rossoneri barcollano e il Malaga prova a piazzare il colpo del k.o. con Eliseu che dalla distanza prova un gran sinistro sul quale Amelia compie un prodigioso miracolo.

Allegri aumenta la trazione offensiva della squadra inserendo Pato e Bojan e al 85’ arriva la grande chance per il Milan: El Shaarawy sfrutta un suggerimento di Acerbi ma sulla conclusione del giovane talento milanista Caballero devia in corner. Sugli sviluppi dell’angolo il pallone giunge sul destro di Mexes il quale con un diagonale sfiora soltanto il palo.

È l’ultima emozione del match, il Malaga vince 1-0 e resta in testa al girone C a punteggio pieno, per i rossoneri un’altra sconfitta pesante, la panchina di Allegri scricchiola sempre di più.

 
MALAGA – MILAN 1-0 (PRIMO TEMPO 0-0)

Marcatori: 64’ Joaquin.

Ammoniti: Montolivo, Mexes, Constant, Iturra, Bonera.

 

MALAGA (4-4-1-1): Caballero; Gamez, Demichelis, Weligton, Eliseu; Camacho, Isco, Portillo (92’ Onyewu), Iturra; Joaquin (85’ Duda); Saviola (70’ Santa Cruz).

All.: M. Pellegrini.

 

MILAN (3-4-3): Amelia; Mexes, Bonera, Acerbi (79’ Bojan); De Sciglio, Ambrosini, Montolivo, Constant; Emanuelson (69’ Pato), Pazzini, El Shaarawy.

All.: M. Allegri.

 

ARBITRO: Pedro Proença (POR).

Matteo Ciofi

24 ottobre 2012

Il Milan sprofonda a Malaga, decide Joaquin ultima modidfica: 2012-10-24T21:04:33+00:00 da Redazione

Articoli Recenti

Condividi e Promuovi!

Video

Booktrailer: “Se l’amore è il peso. Storia di un uomo magro”

Siamo lieti di presentarvi il Book trailer del romanzo d’esordio di Giacomo Di Valerio: “Se l’amore è il peso, storia di un uomo magro” edito da edizioni 2duerighe.

VAI ALL'ARTICOLO