Basket NBA: Sixers alla riscossa, presi Redick ed Amir Johnsonn

Basket NBA: Sixers alla riscossa, presi Redick ed Amir Johnsonn

I Sixers mettono a segno due colpi importanti. J.J. Redick ed Amir Johsonn vestiranno la maglia di Phila nella prossima stagione.

Redick ed Amir Johsonn entrano a far parte della giovane famiglia dei Sixers. La guardia ex Clippers ha reso pubblico il suo passaggio alla franchigia della Pennsylvania nel primo pomeriggio tramite Twitter. Nel caso dell’ala proveniente dai Boston Celtics rendere pubblica la cosa è stato il suo agente.

J.J Redick e Johnsonn sono due innesti d’esperienza veramente importanti per una squadra come i Sixers. Phila infatti è ancora molto acerba data la giovane età della maggior parte dei suoi giocatori, anche se piena di talento dopo l’ennesima prima scelta al draft. La guardia proveniente da Washington, Markelle Fultz. 

Per quel che riguarda Redick il contratto sarà di un solo anno, il che gli permetterà di esplorare anche la prossima free agency 2018. A convincerlo oltre al talento in forza ai Sixers sono state anche le cifre che andrà a percepire nel suo unico anno di contratto. Si parla infatti di 23 milioni di dollari a stagione per il giocatore proveniente da Duke. Ingaggio  elevato ma in qualche modo obbligato in quanto i Sixers hanno un bisogno spasmodico di veterani, specie nello spot di guardia, ma non hanno ambizioni tali da attrarre free agent di

valore. Per questo motivo la dirigenza della città dell’amore fraterno ha dovuto mettere mano al portafogli per portare a bordo un giocatore del livello di J.J Redick.

Anche per  Amir Johnsonn è previsto il contratto di un solo anno ma a cifre decisamente più basse, 11 milioni di dollari.

Con questi due ingaggi i Sixers restano comunque una delle squadre che avrà più spazio nel salary cap nel 2018. Per il momento infatti Philadelphia ha uno spazio salariale di 15 milioni di dollari circa, che diventeranno 49 nella finestra del 2018. Spazio che dovrebbe servire a mettere a roster un free agent di alto livello.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook