Scienze Naturali Logo
Edizioni Locali:

L’AIFA da via libera ai nuovi farmaci contro l’epatite C

Dopo la presentazione al Congresso AASLD (American Association for the Study of Liver Diseases), svoltosi a Boston;  i farmaci “Boceprevir ” e “Telaprevir” hanno superato con successo l’esame della Commissione e del Consiglio di amministrazione dell’AIFA (Agenzia italiana del farmaco).  La ricerca sui due nuovi medicinali, posta subito sotto i riflettori tra le “Late-Bracking Abstracts” (Ricerche di speciale considerazione), potrebbe essere di vitale importanza per combattere l’Epatite C.

 

Si tratta di una malattia infettiva del fegato causata dall’Hepatitus C virus (HCV), che vede l’Italia ai primi posti tra i paesi europei per diffusione: circa il 3 % dei cittadini italiani è entrato in contatto con l’HCV.

Ad essere contagiati sono soprattutto gli over 55, data la mancata sterilizzazione degli aghi e la poca attenzione alle trasfusioni di sangue, caratteristica della medicina del passato. Oggi la diffusione avviene prevalentemente a causa dell’assunzione di droghe per via endovenosa.

Sono numerosi gli effetti positivi di tali medicinali, come testimonia Antonio Gasbarrini del Policlinico Gemelli di Roma. Innanzitutto non viene utilizzato l’interferone, farmaco cardine della terapia contro l’Epatite C, che comporta una serie di effetti colletarali piuttosto pericolosi, non ultimi i gravissimi sintomi depressivi. In secondo luogo, ma non per importanza, la grande efficacia della cura, che ha duplicato la guarigione rispetto al trattamento tradizionale; infine la riduzione della terapia a 3-6 mesi contro i 6-12 mesi tradizionali.

Si tratta, tuttavia, soltanto di test preliminari, che non saranno in commercio prima di due anni e che comporteranno una grandissima spesa: circa 30-40 mila euro per un ciclo di trattamento. Come sostiene il presidente della AASLD, Guadalupe Garcia-Tsao, il grande vantaggio atteso dovrà perciò accompagnarsi ad un uso mirato e accorto dei farmaci innovativi.

Nel nostro paese, il comitato prezzi e rimborsi dell’Aifa sembra aver dato il via libera alla rimborsabilità dei due farmaci, che saranno probabilmente somministrati in ogni regione da centri specializzati.

I malati di Epatite C possono iniziare a sperare, l’Italia si muove sulla via della guarigione.

Alice Andreuzzi

11 novembre 2012

L’AIFA da via libera ai nuovi farmaci contro l’epatite C ultima modidfica: 2012-11-11T19:10:19+00:00 da Redazione

Articoli Recenti

Condividi e Promuovi!

Video

Vince Il Cantagrio 2014 – Giuliana Tecce

A vincere l’edizione 2014 del Cantagiro la cantante pugliese, Giuliana Tecce con il brano “La porta”

VAI ALL'ARTICOLO