Il Rap per il Rap – Brain

Il Rap per il Rap – Brain

Torna Fiori Di Cemento con Brain, icona rap bolognese, ex membro dei Fuoco Negli Occhi, crew che vanta collaborazioni con Shablo e Dj Shocca.

Ciao Brain e benvenuto su Fiori Di Cemento, partiamo con una domanda di rito: come ti sei avvicinato alla cultura hip hop?

La cultura hip hop è una faccenda che vivo da cosi tanto che non ricordo quando è cominciata, ho risposto varie volte a domande come questa, oggi mi vien da dire che non ricordo quando ma so bene che è ancora dentro di me.

Il primo disco rap che hai ascoltato ed il primo che hai comprato.

Il primo disco rap che ho ascoltato è stato “Strade di città” il primo che ho comprato “950” di Fritz da cat

Un artista che è stato fonte d’ispirazione per i tuoi primi passi nel rap.

Un artista che è stato fonte d’ispirazione per i tuoi primi passi nel rap. Inoki e Joe Cassano.

 Il tuo rapporto con Bologna e la sua scena. 

Bologna è una città che riesce a ispirare chi si lascia trascinare. E’ una città tranquilla e pericolosa al contempo, io di lavoro viaggio molto, ho visto tanti posti, quando l’aeroplano scende e sta per atterrare vedo la basilica di San Luca e mi sento a casa. Sono una persona che è sempre in movimento. Bologna è l’unica casa che riconosco e che mi fa stare bene. Sulla scena mi piace menzionare realtà che si stanno facendo spazio in questo momento, Otm ha un progetto in cantiere che stupirà parecchio gli ascoltatori, la proevolution Joint è quel che da bologna non ti aspetti, ma è la realtà piu fresca che propone la città ora, mi piace anche dire che apprezzo anche se non in toto artisticamente sotto certi profili, la tenacia e la volontà di collettivi come KNLG, magari non li ascolto assiduamente, la cosa vale per le realtà sopracitate anche, ma vederli in costante movimento non mi può esimere dal dire bravi. Menzione speciale per un disco che spero venga fuori: 10Chunz, di Inda, è un anello di maturità e freschezza che collega tutte e tre le realtà che vi ho appena nominato.

Il ricordo più bello legato al rap.

Ho due ricordi, la presentazione a XM di Brainstorm 2, vennero gli organizzatori ad occhi allampanati a dirmi che avevamo fatto 1000 paganti, io ero incredulo e cosi nella felicità generale mi mostrarono i conti per far tacere il mio scetticismo. Quando abbiamo fatto la canzone “Impronta” con Lugi, ho avuto l’onore di registrarlo e di condividere con lui la creazione del brano. Ero un ragazzo che aveva uno dei suoi idoli di fronte e stava per registrare una strofa che si era portato su un foglio di carta, ricopiato in bella e sottolineato. Lo stupore vero l’ho avuto quando mi disse, “io in realtà ne ho scritte due” me le ha rappate entrambe e mi ha fatto scegliere. Era contento, Era musica, per me Dj Lugi è ancora una figura che rappresenta l’hip hop.

Un artista con il quale ti piacerebbe collaborare in futuro.

Tua madre. Scherzo, mi piacerebbe collaborare con Don Simon.

Come mai sei uscito da Glory Hole?

Ho cancellato 12 risposte, una piu ironica dell’altra, una piu spigolosa dell’altra ancora. Diciamo che non mi sono manco accorto di essere uscito, forse nemmeno di essere entrato. Ho una stima artistica e un rispetto per molti dei componenti che non si dissolverà.. almeno per me.. ieri mi hanno detto che sono una persona belligerante ma col cuore grande. Una sorta di bipolarismo sentimentale, però le mie personalità van tutte d’accordo quando mi sento preso per il culo.

Progetti in cantiere?

Dormire. Vi prego, qualcuno mi aiuti.

Progetto “Dark Side of Brain” come è nato? Ci anticipi qualcosa sul prossimo singolo?

E’ nato dalla consapevolezza che i dischi non si vendono piu, specialmente se non hai chi te li spinge, ed è nato dal fatto che ho visto che con un video da qualche euro vengono fuori 2/3 live. A me il live piace piu che stare in studio, io se non suono non scrivo.

Grazie mille per il tempo dedicatoci e un grosso in bocca a lupo per i progetti futuri

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook