Scienze Naturali Logo
Edizioni Locali:

Cesare Cremonini: nuova tappa al Palalottomatica di Roma

Cantautorato di classe, buona musica, arte ed emozioni, invaderanno il Palalottomatica di Roma, il 13 novembre 2012. Il tour di Cesare Cremonini, partito il 26 Ottobre dal Palaolimpico di Torino, approda finalmente nella Capitale.

Una nuova ed importantissima tappa per un sogno divenuto realtà già dall’infanzia.

Nato a Bologna il 27 marzo del 1980, Cesare Cremonini viene presto indirizzato allo studio del pianoforte, arrivando a tenere dopo alcuni anni piccoli concerti di musica classica.

All’età di 11 anni, però, la sua passione si sposta nell’orizzonte del pop/rock : <<Studiavo Chopin e Beethoven, poi per Natale mio padre mi regalò un disco dei Queen. Mi accorsi che c’erano riferimenti alla musica classica in così tante loro canzoni che chiesi alla mia professoressa di farmi studiare “Bohemian Rapsody”. Ne fu contenta! Tutto iniziò così>>.

 

“Con le ali sotto ai piedi”, come recita il titolo del suo romanzo, l'”enfant prodige” diviene presto famosissimo con il gruppo “Lunapop”: i giovani di tutta Italia cantano sulle note di “50 Special”; il singolo “Qualcosa di grande” vince il festivalbar del 2000.

Ben presto, però, il gruppo si sfalda e Cremonini inizia la sua avventura da solista, anche se sempre accompagnato dal bassista e amico Nicola Balestri, noto come “Ballo”. Quello che ai più poteva apparire come un grave ostacolo per la carriera, si rivela un’occasione d’oro per l’artista romagnolo, che nel 2002 pubblicherà il suo primo album “Bagus”. Con grande maestria, il cantautore dimostra di saper spaziare tra i più diversi argomenti. La sua musica, fresca e genuina in “latin lover”, si traduce nelle note malinconiche di “PadreMadre”.

E’ “Maggese”, tuttavia, l’album icona dell’artista, tanto che raggiunge la posizione n.7 dei dischi più venduti in Italia.

A questo punto il successo è assicurato; “Il primo bacio sulla luna” esce nel 2008, scalando le classifiche con il singolo “Le sei e ventisei”: poche strofe in cui Cremonini racchiude un breve romanzo, un incontro tra un insonne e una prostituta, due vite che nascono al tramonto e che sembrano abbandonate da Dio.

Con il suo ultimo laovoro, “La teoria dei colori”, pubblicato il 22 maggio 2012, Cesare Cremonini ha dimostrato di essere ancora in grado di mettersi in gioco, sperimentando la novità. Un “manuale delle emozioni” in cui, con immagini semplici eppure infinitamente poetiche, ci trasporta nell’universo dei sentimenti.

Protagonista d’eccezione la chitarra acustica, che forma, con il pianoforte la batteria e gli altri strumenti, un cast sorprendente.

Con i fan in attesa e il probabile sold out,  a noi non resta che affrettarci per occupare gli ultimi posti disponibili e godere comodamente di un perfetto esempio d’arte “made in Italy”.

 

Info:

PALALOTTOMATICA

Eur-Piazzale dello Sport

00144 Roma

13 novembre 2012

ore 21:00

Interpreti: Cesare Cremonini (voce, pianoforte, chitarra acustica ed elettrica); Nicola “Ballo” Balestri (basso); Andrea Morelli (chitarra acustica ed elettrica); Alessandro De Crescenzo (chitarra acustica ed elettrica); Nicola Peruch (pianoforte e tastiere); Michele Guidi “Mecco”(organo, tastiere);Elio Rivagli (batteria); Eduardo Javier Maffei (fiati e cori); Chris Costa (cori, chitarra acustica, elettronica); Roberta Montanari (cori).

Alice Andreuzzi

24 ottobre 2012

Articoli Recenti

Condividi e Promuovi!

Video

L’Europa di Domani. Salmeri, Piga, Borghi e Fusaro si confrontano a Tor Vergata

Video della conferenza che si è tenuta a Tor Vergata il 3 aprile dal titolo: L’Europa di domani. Tra euro e austerità quale futuro per l’Italia?

VAI ALL'ARTICOLO