Manuel Giannantonio
Manuel Giannantonio
Giornalista, Responsabile esteri 2duerighe

Biografia

Manuel Giannantonio nasce a Foligno (PG) il 31 dicembre del 1985, si trasferisce con la famiglia in Francia poco dopo la nascita per tornare nel 1998 in Italia. Consegue il diploma in informatica industriale nel 2005 e si iscrive alla facoltà di scienze politiche relazioni internazionali dell’Università degli studi di Perugia. Collabora con alcune riviste della sua città e con l’ufficio stampa della Red Bull International. Nel 2011 inizia la sua collaborazione con il quotidiano online 2duerighe.com del quale è ora responsabile degli Esteri occupandosi anche di attualità. Ha curato le elezioni repubblicane e presidenziali americane e ha pubblicato il libro inchiesta “Anonymous - Luce sulla guerra nell’ombra” (Gruppo Editoriale L’espresso S.p.A, 2013). Grande appassionato di sport, musica e di viaggi.

Post Autore

La situazione a Gaza e le responsabilità palestinesi

Uno studio condotto da alcuni ricercatori di Montreal evidenzia le responsabilità dei governatori palestinesi, da Fata di Asserir Ararat, al governo di Bahamas. I ricercatori, evidenziano inoltre la corruzione del regime di Fata, apportando una valutazione quantitativa dei fondi palestinesi nelle banche locali e straniere. Hamas, non ha percepito la partenza di Israele dalla striscia di Gaza per quella che…
Commenti (1)

Microcredito, più di un semplice aiuto

Si chiama microcredito e nell’ultimo decennio ha contribuito alla crescita dei paesi più poveri del globo. Cominciando dalla Grammeen Bank, dove iniziò aggiudicandosi, tra gli altri, il premio Nobel. Con la crisi mondiale che non accenna a diminuire, almeno per ora, sarà dunque questo il nuovo corso dell’economia globale?  Il tasso di disoccupazione giovanile è ancora aumentato, raggiungendo il 41,6%,…
Commenti

Il sogno di Madiba

L’estate scorsa nel momento in cui Mandela era ospedalizzato per la quarta volta in sei mesi, il “Sunday Times” titolava: “È tempo di lasciarlo partire”. Queste parole già rappresentavano una magnifica testimonianza di amore e di riconoscenza nei confronti di un uomo anziano, che di ritorno a casa, aspetterà di raggiungere i suoi 95 anni prima di partire.  Cos’altro avremo…
Commenti

Roma: la generazione che oscilla tra illusione e disperazione

Nel bel paese la situazione degli under 40 è sempre più preoccupante. Nella capitale in particolare, il deterioramento delle condizioni sociali e d’impiego non lasciano molte speranze a una classe di giovani costretti a restare a casa con i genitori. Le cifre fornite dall’Agenzia italiana del giornalismo sono semplicemente spaventose e fanno venire le vertigini: il 60% dei 18-29 anni…
Commenti

Quando non si muore solo di lavoro ma anche di stage

Uno stagista di 21 anni è morto dopo aver lavorato tre giorni consecutivi alla Bank of America di Londra. Moritz Erdhardt è stato trovato morto nel suo appartamento dopo essere rientrato dal lavoro dove ha trascorso 72 ore consecutive, come testimoniato dal “Times” martedì. La polizia attende ormai il risultato dell’autopsia per comprendere le cause effettive del decesso. Questo giovane…
Commenti

Articoli

Turchia: cosa c’è dietro l’arresto dell’attentatore di capodanno?

Dopo una caccia all’uomo in tutto il paese e vari buchi nell’acqua, al termine di due settimane di ricerche, la polizia turca ha arrestato, lunedì 16 gennaio a Istanbul, il presunto autore dell’attentato perpetrato nella notte di capodanno nella discoteca “Reina” ISTANBUL – Quella sera, circa un’ora dopo la mezzanotte, munito di un fucile d’assalto, un uomo si è introdotto…
Commenti

Brasile: nuove violenze nelle carceri e una riforma del tutto inutile

Un nuovo violentissimo scontro tra detenuti si è verificato in una prigione brasiliana. Il presidente del paese ha subito annunciato la messa in atto di nuove misure per assicurare la sicurezza negli stabilimenti penitenziari. Riforme già previste, insufficienti secondo Folha de Sao Paulo RORAIMA (Brasile) – Le carceri brasiliane sono da tempo sotto controllo da parte della commissione Interamericana dei…
Commenti

Turchia: perché era lecito aspettarsi l’attentato di capodanno

Per il quotidiano Hürriyet Daily News, l’attacco terrorista che ha avuto luogo in un night club nel versante europeo di Istanbul, non era sfortunatamente imprevedibile. Il giornale denuncia come la situazione, fuori e dentro il paese, lasciasse presagire uno simile scenario ISTANBUL – Mentre l’attentato che ha ucciso 39 persone ferendone 69 nella notte tra il 31 dicembre e il…
Commenti

Iraq: la paura nel cuore di Mosul

Gli spari tagliano l’aria, un elicottero mitraglia jihadisti, madri e bambini fuggono per sfuggire alle pallottole. Le strade fangose di Mosul, nel nord iracheno, sono diventate un campo di battaglia che i civili tentano di abbandonare a tutti i costi mentre le forze irachene continuano la lotta contro l’Isis MOSUL- Alcuni incoscienti, restano rinchiusi nelle loro abitazioni, esibendo dai balconi…
Commenti

Ankara: ucciso l’ambasciatore russo in Turchia

L’ambasciatore russo in Turchia, Andrei Karlov, è stato ucciso da un attacco armato. Con queste parole, il ministro degli esteri russo Serguei Lavrov, ha comunicato la morte del suo collega. Il diplomatico non è stato nemmeno trasportato in ospedale. Altre tre persone sono rimaste ferite. ANKARA – “Si tratta di un atto terrorista”, ha dichiarato il portavoce degli esteri russo,…
Commenti
Pagina 1 di 17212345...102030...Ultima »