Giovanni Salmeri
Giovanni Salmeri
Presidente del Consiglio di Corso di laurea in Filosofia, Roma Tor Vergata

Biografia

Post Autore

Chi ricorda Nadia Comăneci?

Ci sono poche cose che dànno il senso degli anni che passano (soprattutto in chi lavora tra i giovani e ha l’impressione, ahimè, di restar tale anche lui) quanto l’accorgersi che persone od oggetti o vicende per lui famigliari sono invece sconosciuti agli altri. E così, qualche giorno fa ho dovuto aggiungere un ulteriore capitolo a questa piccola saga personale…
Commenti

Basta un no

Diverso tempo fa scrissi un intervento sulle questioni coinvolte nell’imminente referendum: con non poca ironia, sostenevo che non me la sentivo di votare una riforma della Costituzione che conteneva troppi punti oscuri e incomprensibili, e soprattutto che si faceva un titolo di merito, assieme all’allora ritenuta inseparabile riforma del sistema elettorale, dell’eliminazione di qualsiasi opera di confronto e mediazione sui…
Commenti

Piccoli atei crescono

Un’inchiesta pubblicata recentemente ha fotografato la situazione della pratica e della fede religiosa in Italia. I risultati a prima vista non sono sorprendenti: la fede è in lento regresso (come più o meno in tutta l’Europa), a volte essa assume caratteri sempre più personali (dunque con poca adesione effettiva alle tradizionali istituzioni), esiste una fascia abbastanza consistente di chi si…
Commenti

Chi legge questo articolo acconsente all’uso dei cookies

Ormai è diventata parte della procedura obbligata per visitare qualsiasi nuovo sito: si scrive l’indirizzo o si segue un collegamento, dopo qualche secondo si atterra nella pagina principale, si cerca rapidamente una fastidiosa striscia in alto o in basso, si fa un rapido click dove c’è scritto «Accetto» o «OK» o qualcosa del genere, e si comincia a scorrere la…
Commenti

Una legge piccola piccola

E così, nel marzo scorso e dopo un travagliato itinerario, la legge sull’«omicidio stradale» è arrivata in porto. Il clamore si è spento, timidamente solo qualche notizia sui giornali la nomina per indicare il nuovo capo di imputazione in dolorosi fatti di cronaca. È un momento buono per chiedersi se bisogna esserne soddisfatti. Ma temo che la risposta sia negativa,…
Commenti

Articoli

Un anno senza Giorgio Israel

Un anno fa moriva Giorgio Israel, uno degli intellettuali più acuti e controcorrente che l’Italia abbia avuto negli ultimi decenni. Matematico e storico della matematica, al grande pubblico era però noto soprattutto per la sua battaglia a favore di una concezione umanistica della scuola e dell’Università. Battaglie di questo tipo sembrano più naturali da parte dei letterati, dei filosofi, degli…
Commenti (1)

Quale futuro per la cultura umanistica? A Tor Vergata il punto della situazione

Dopo tredici anni di astinenza, la cultura umanistica italiana ha di nuovo al primo posto di responsabilità per l’istruzione e la ricerca una persona che proviene dalle sue fila: la ministra Stefania Giannini (prima di lei c’era stato Tullio De Mauro, per solo un anno all’inizio del nuovo millennio). Dalle sue prime dichiarazioni, c’è qualche motivo di speranza per coloro…
Commenti