Salvatore Gregorietti, un progetto lungo cinquant’anni

Salvatore Gregorietti, un progetto lungo cinquant’anni

L’editore Skira ha appena pubblicato “ Salvatore Gregorietti, un progetto lungo cinqu’anni”, a cura di Alberto Bassi e Fiorella Bulegato con Matteo Gregorietti, omaggio ad uno dei massimi esponenti della grafica italiana.

L’attività professionale di Gregorietti infatti, oltre ad offrire materia per un’indagine scientifica sulla metodologia del suo lavoro, mette a fuoco alcuni temi centrali di mezzo secolo di grafica italiana.

Gregorietti infatti ha collaborato con industrie e istituzioni di grande rilievo nei settori più diversi: editoria (Linus, Capital, Thema, Casa Vogue); industria (San Paolo, Pirelli, Agip, Benetton, Prénatal, Croff; arte (Biennale di Venezia, Fondazione GianGiacomo Feltrinelli).

Egli nasce a Palermo nel 1941. Dopo gli studi al Liceo Artistico di Brera a Milano, si trasferisce a Zurigo per frequentare la Kunstgeverbeschule una scuola d’ arte e mestieri. Rientra in Italia nel 1961. Il paese è in pieno boom economico e necessita di un nuovo linguaggio anche visivo.

Gregorietti lo trova. Interpretando infatti la sensibilità della cultura del tempo, arricchita da influenze personali, egli arriva ad armonizzare il rigoroso metodo di coordinamento d’immagine con la narrazione fotografica.

Inizia la sua collaborazione nello studio di Massimo Vignelli a Milano e qualche anno più tardi diventa socio di Unimark Internazional, studio di progettazione grafica, design e comunicazione, con Massimo Vignelli, Bob Noorda, Franco Mirenzi, Mario Boeri.

Contemporaeamente inizia la consulenza con l’ufficio pubblicità e comunicazione dei grandi magazzini la Rinascente, lavorando con Pier Giorgio Brovelli (direttore commerciale) e Adriana Botti Monti (art director), con i fotografi Aldo Ballo, Serge Libis, Ugo Mulas e Oliviero Toscani.

É in questo periodo che arriva a fondere la cultura dell’immagine con l’architettura progettuale che lo porterà a ricevere importanti riconoscimenti, ottenendo per tre anni consecutivi premi dall’Art Directors Club.

Il volume propone una ricostruzione storico-analitica del lavoro di Gregorietti. Essa è affidata a un gruppo di studiosi e specialisti che l’hanno suddivisa in tre parti: gli anni della formazione, la collaborazione con Unimark e l’esperienza di Gregorietti Associati.

Inoltre è corredato da un esauriente regesto, strutturato per decenni e suddiviso per ambiti d’intervento. Ciò consente al lettore di ripercorrere puntualmente la sua attività.

Il ricco apparato iconografico che accompagna sia i contributi di studio sia il regesto, fornisce infine una ulteriore possibilità di analisi e comprensione dei progetti di questo grande designer.

 

Salvatore Gregorietti

Un progetto lungo cinquant’anni

a cura di Alberto Bassi e Fiorella Bulegato

con Matteo Gregorietti

Testi di Alberto Bassi, Fiorella Bulegato, Eleonora Charans, Ali Filippini, Marco Fornasier, Paolo

Interdonato, Maddalena Dalla Mura, Mario Piazza, Sergio Polano, Stefano Salis, Dario Scodeller,

Guido Valdini, Matteo Vercelloni, Carlo Vinti

Testimonianze di Adriana Botti Monti, Carlo Feltrinelli, Annamaria Gregorietti Gandini, Matteo

Gregorietti, Salvatore Gregorietti, Lucia Mosca Vecchia, Daniela Puppa, Renzo di Renzo, Alberto

Saibene, Massimiliano Tarantino, Oliviero Toscani, Isa Tutino Vercelloni, Annalisa Zanni

Skira Editore

2017, edizione bilingue (italiano-inglese)

22 x 28 cm, 448 pagine, 1715 colori, brossura

ISBN 978-88-572-3705-3, € 49,00

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook