Settembre a Torino… or maybe not?

Settembre a Torino… or maybe not?
https://www.biffest.com/sponsors

Siamo tremendamente legati alle nostre origini: che uno voglia o meno ammetterlo, anche perché indubbiamente ci sarebbe vastissimi motivi per rinnegare la propria terra madre, ci risulta abbastanza difficile allontanarci da quelle lande che ci hanno dato i natali.

Poeti, scrittori, registi, uomini e donne dell’arte hanno spesso dato credito a questo pensiero, andando ad ambientare le loro opere (che fossero dipinti, romanzi, sonetti, film…) proprio in quel paesino in cui sono nati o precisamente nella città in cui sono cresciuti, che magari manifesta ancora tutti quei pregi e quei difetti che tanto gliela hanno fatta amare e detestare.

Dunque chi nasce in Piemonte e vive a Torino (o dintorni) sa molto bene come si sia legati al fatto di essere piemontese e a tutta la cultura che ne deriva. E se di colpo arrivasse qualcuno che per un week end ci ruba un pochino la scena culturale con la propria, magari insegnandoci anche qualcosa che non conosciamo? Non sia mai? Ma che pensiero bislacco: siamo tremendamente gelosi e orgogliosi della nostra cultura, ma non abbiamo ancora imparato quella che è la condivisione e l’umiltà dell’insegnamento culturale altrui.

Allora ben venga un evento come il BIFF – British Irish Film Fest #3, che sbarca a Torino con la sua terza edizione (grazie al successo delle due precedenti) e che porta una ventata di aria frizzante e che sa proprio di autunno dalle (non) molto lontane Inghilterra e Irlanda.

E dunque chapeau: oggi come oggi, soprattutto nel mondo del cinema e delle serie tv che piano piano stanno prendendo un po’ il posto del grande schermo, si può notare come quelli che prima di tutto i registi, ma anche gli attori e le attrici di nazionalità anglosassone abbiano una marcia in più. Quella che viene chiamata preparazione al teatro: nessuno dei vari Benedict Cumberbatch, Christian Bale, Jude Law, Kate Winslet e Keira Knightley (per citarne solo alcuni) sono nati come semplici star hollywoodiane da red carpet, ma hanno avuto tutti una preparazione come attori di teatro e questo è quello che fa la differenza.

La loro versatilità, il coinvolgimento dei loro ruoli, fanno sì che siano sempre più apprezzati da tutto il mondo. Per questo motivo, non si può assolutamente perdere questo festival, che si svolgerà a Torino da venerdì 22 settembre fino a domenica 24, dalle ore 18 alle ore 23.30, presso il CineTeatro  Baretti: il programma è ricco e gustoso, e tra le molte attività si possono contare le proiezioni di ben 8 film, una live band, 2 dj set (ah già, perché anche sulla musica gli inglesi non scherzano di certo) nel cuore del quartiere più vivo di Torino a San Salvario.

Tutti i film verranno proiettati in lingua originale con l’aggiunta dei sottotitoli in italiano, per modesti 5 euro a film; inoltre il tutto verrà accompagnato dall’allestimento di bancarelle con vinili di musica British, libri e riviste in puro stile inglese, degustazione di birre irlandesi e street food con golosità tutte da scoprire.

Quindi bando ai pettegolezzi all’italiana, ben vengano un week end di pura cultura inglese a 360°!

Rebecca Cauda

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook