Scienze Naturali Logo
Edizioni Locali:

Biennale D’Arte Contemporanea ITALIA-CINA, Reggia di Monza

A partire dal 20 ottobre 2012 e fino al 16 dicembre sarà possibile visionare la BIENNALE ITALIA CINA; una biennale di arte contemporanea dove due nazioni agli antipodi si incontrano.

Entrambe culla di una cultura millenaria sono oggi sotto gli occhi di tutti: la prima, anche se grandi difficoltà conserva un ruolo cruciale nell’area euro, la seconda perché sta rafforzando il proprio sviluppo economico per se stessa e il mondo. Un confronto rafforzato attraverso l’Arte Contemporanea.

Le dinamiche economiche attuali portano il mondo occidentale a rapportarsi verso l’oriente confrontandosi con le nuove economie emergenti come la Cina, e l’arte contemporanea può essere l’elemento di dialogo delle diverse culture. La Biennale della Reggia di Monza sarà il più importante evento d’arte contemporanea mai realizzato fra i questi due paesi; sarà infatti la prima volta nella storia in cui verranno portati così  tanti artisti cinesi tutti assieme.

Questo evento inoltre sarà l’occasione per l’Italia di confrontarsi con l’espressione di una cultura in continua evoluzione. L’avvicinarsi delle due nazioni sarà il primo passo per unire due paesi che avranno molte occasioni per stringere rapporti commerciali Perchè una biennale?

Il termine Biennale significa un definito esempio di manifestazione istituzionale che possiede un determinato argomento sul quale si sviluppa un proprio percorso espositivo a cui si aggiungono manifestazioni collaterali quali: dibattiti, conferenze, seminari e convegni. Tutto ciò permette di mostrare il tema nel miglior modo possibile attraverso diversi approfondimenti.

Il tema della Biennale Italia-Cina si avvale del concetto del piacere e del bello così come la intendeva Tito Lucrezio Caro: “la forza vivificatrice, immagine della contemplazione razionale della bellezza, della Natura.
In essa gli atomi, le parti ultime della materia (indivisibili, immutabili, infinite), muovendosi nel vuoto infinito si aggregano in modi diversi e danno vita a tutte le realtà esistenti, fino a che interviene la disgregazione. Nascita e morte sono costituite da questo processo di continua aggregazione e disgregazione: nulla muore, nulla nasce e tutto si conserva… naturalmente. Il
progresso dell’uomo rende sporadico il contatto con la Natura, fonte di ispirazione e maestra di valori alti. Tramite la sensibilità artistica, la Mente, è possibile un recupero dell’immensa ricchezza offerta dalla bellezza e dal compiacimento che il mondo naturale offre. Tale recupero non è fine a se stesso ma tende a rendere visibile al mondo, in un ottica costruttiva, l’insieme delle opportunità, dei valori, dei bisogni che un rispettoso dialogo con la Natura, sommo patrimonio della vita umana, può offrire. (Riflessioni tratte dal poema “De Rerum Natura” di Tito Lucrezio Caro, 98 a.C. – 55 a.C., poeta e filosofo latino).

Questo concetto così poetico purtroppo tende a sgretolarsi poiché l’uomo continua a modificare il pianeta grazie all’inquinamento. Ma la natura, dotata di un valore intrinseco proprio non può restare a guardare; tutto ciò porta alle situazioni catastrofiche odierne.

Questa tematica coinvolge attualmente non solo ecologisti e naturalisti, ma anche filosofi e liberi pensatori, economisti, industriali e ovviamente artisti, che raccolgono gli input provenienti dalla natura utilizzandoli nelle loro opere artistiche. Potremmo parlare quasi di un appello per entrare in contatto con l’essere della natura per apprezzarne la sua mutevole bellezza.

La natura è sempre nella storia dell’arte fonte di ispirazione: musa o demone, vittima o carnefice l’artista nel corso dei secoli l’ha sempre protetta o ne ha denunciato il suo sfruttamento inconsiderato.

La Biennale Italia – Cina vuole essere inoltre un momento di confronto fra due culture; da ciascun artista ci aspettiamo infatti un approfondimento della conoscenza dell’arte dei colleghi extracontinentali.

 

Lucia Arezzo
20 ottobre 2012

 

Info:
BIENNALE D’ARTE CONTEMPORANEA ITALIA-CINA, REGGIA DI MONZA.
Orari d’apertura:
LUNEDI 14.00 – 19.00
MARTEDI, GIOVEDI, DOMENICA 10.00 – 19.00
MERCOLEDI 14.00 – 22.00
VENERDI e SABATO 10.00 – 24.00
Biglietti:
€ 9,00 Intero
€ 7,00 Ridotto: gruppi di adulti
€ 5,00 Ridotto speciale

 

Articoli Recenti

Condividi e Promuovi!

Video

L’Europa di Domani. Salmeri, Piga, Borghi e Fusaro si confrontano a Tor Vergata

Video della conferenza che si è tenuta a Tor Vergata il 3 aprile dal titolo: L’Europa di domani. Tra euro e austerità quale futuro per l’Italia?

VAI ALL'ARTICOLO